”Giunti a questo punto del campionato, soprattutto in ottica salvezza, nessuna squadra puo’ fare calcoli, nemmeno il Chievo. Un po’ di tempo fa dissi che nessuna squadra di quelle nella zona bassa si poteva ritenere al sicuro.

Continuo a pensarla esattamente alla stessa maniera e ci metterei dentro anche il Bologna se continua a fare questi risultati. Noi siamo in lotta ed abbiamo l’obbligo di pensare a fare quanti piu’ punti possibile”. E’ un De Canio tirato quello che si presenta in sala stampa, al termine della rifinitura a porte chiuse, prima della partenza per Verona. Il mister e’ consapevole dell’importanza della sfida con il Chievo, ma e’ altrettanto certo che i suoi uomini sapranno interpretarla al meglio. ”Piu’ le gare sono impegnative per noi – dice – piu’ sono convinto che possiamo fare bene. Quando, invece, pensiamo di affrontare un avversario molle e’ li’ che sbagliamo. Neanche il Chievo ha la possibilita’ di fare calcoli particolari: questo mi fa piacere, perche’ rende la mia squadra piu’ pronta, piu’ attenta e consapevole delle difficolta’ della partita”’. In chiave formazione e, soprattutto modulo, il tecnico del Lecce resta abbastanza ermetico e telegrafico, limitandosi a dire che ”Gicomazzi e Ferrario sono recuperati e fanno parte della lista dei convocati”.