Intervista alla più “evolution “Rock band salentina, nella persona del loro portavoce Enrico Antonazzo, voce della band e affermato cantautore, noto per il suo EP “La mia Realtà”.

Ciao ragazzi, vogliamo ricordare brevemente ai nostri lettori chi sono e come nascono gli “Evolution Nostalgic Rock”?

Evolution…come evoluzione musicale…Rivoluzione attraverso la musica per ascoltare il meglio della Storia del Rock….rivoluzione ed evoluzione dei sensi per staccare da tutto il resto e dalla vita quotidiana immergendosi totalmente nella musica…un Rock Nostalgico in cui ripercorriamo i classici del Rock dagli anni cinquanta agli ottanta, attraversando i Beatles e i Rolling Stones, passando dal blues dei Doors e di Eric Clapton e la psychedelia dei Pink Floyd, contaminando il nostro viaggio musicale con l’hard rock puro dei Led Zeppelin e dei Deep Purple fino ad arrivare agli anni ottanta con gli AC/DC e il rock più melodico di Gary Moore e i brani più famosi dei Queen, aggiungendo quel tocco classico finale con il rock’n’roll di Elvis Presley, senza tralasciare gli anni novanta dei Bon Jovi e U2, e inserendo la buona musica italiana dei grandi come Battisti, Celentano, PFM o Francesco Renga in una versione decisamente “Evolutionaria”.  Il nostro genere è volto proprio a soddisfare le richiese di ogni esigenza da parte del pubblico, per ogni fascia di età, avendo studiato un repertorio ad hoc al fine di regalare a chi ci ascolta due ore di buona musica fatta in modo professionale, con serietà e qualità, avendo messo insieme la lunga esperienza musicale di ognuno di noi.  Due ore di spettacolo fatto a regola d’arte per soddisfare chi ci ascolta. Tutto il resto è solo Rock’n’roll!!

Ascoltando quale musica siete cresciuti?

Nella band abbiamo il mitico Pippo Fiorentino, chitarrista storico dei Morrison Hotel e Black Dog, che senza dubbio rappresenta l’elemento rock più fedele al vero sound anni settanta…con la passione per il vero Rock…quello puro…Poi abbiamo Niky Corrado alla batteria, uno dei batteristi più richiesti nello scenario salentino, che spazia dal funk al rock, dal blues al country, oltre ad essere già stato il batterista dei Seventy Rock, Bon Jovi Salento, Texas TV con Salvatore Cafiero, Soulles Band con Francesca Borghese, e altre varie collaborazioni quali Verseta di Luigi Negro, e Freezap con Paolo Zappi ed Enrico Frisullo. Poi abbiamo al basso Giorgio De Nigris, cresciuto ascoltando metal e soprattutto Iron Maiden e Dream Theater, già bassista dei White Queen, Ashram Inside, Kronium, Soulles Band, Demon’s Eye e VascoLive. Infine alla voce ci sono io, Enrico Antonazzo, ci siamo già conosciuti in un’altra occasione, oltre ad essere cantautore e aver inciso l’EP “La mia Realtà” l’anno scorso, sono stato il frontman storico dei Demon’s eye, leader degli Orizzonti Sonori, cantante dei Boulevard Dreams e dei Wonderwall, ho suonato le tastiere nei Blek Aut e nei White Queen e ho collaborato con Mimma Leone, Gianluigi Oliva e i Dying Purple…e come ho avuto modo di dirti tempo fa, nelle vene del mio braccio destro scorrono i Deep Purple….in quelle del braccio sinistro…i Led Zeppelin (ora non ricordo se l’ordine era giusto )….Diciamo che abbiamo ascoltato un po’ di tutto e il groove degli Evolution nasce proprio dalle varie esperienze musicali che abbiamo alle spalle…frutto di una cultura musicale coltivata nel tempo…

Le vostre cover sono fedeli all’originale o in qualche modo cercano di essere differenti?

Le mie urla laceranti al limite del falsetto cercano di trasmettere le vibrazioni giuste che partono dalle mie corde vocali e provano ad arrivare direttamente al pubblico…ma la mia voce graffiante e squillante sa anche essere calda e profonda a seconda dell’occasione per trasmettere le emozioni giuste…In qualche modo cerco di far rivivere l’atmosfera tipica di un “Made in Japan”…senza rinunciare alle mie impronte personali che mi appartengono…oppure recitando qualche verso in stile Jim Morrison…a volte osando e mettendomi in gioco…poi il sound della chitarra di Pippo Fiorentino rappresenta l’elemento fondamentale nel groove e i suoi riff e i suoi assoli arricchiscono i brani dando quel tocco rockeggiante che serve a dare la giusta carica al pubblico…che solo un grande come lui sa fare…e la sua chitarra parla da sola…e insieme riusciamo a creare quel giusto tandem voce-chitarra proprio per riecheggiare l’atmosfera anni settanta….Le linee di basso di Giorgio De Nigris poi danno quel corpo ai brani suonati dalla band…il suo tocco e i suoi slap messi sempre al punto giusto danno quell’equilibrio al groove degli Evolution…frutto di quelle sei corde…e soprattutto delle sue mani che si muovono rapidamente sulla tastiera del suo basso…l’esperienza insegna e lui ha alle spalle un’intensa attività live… e poi c’è Niky Corrado….beh, Niky, è il motore della band…i suoi ritmi rappresentano la spina dorsale del gruppo trascinando e caricando le canzoni per aumentare l’adrenalina….sempre e solo a tempo di Rock…E’ lui che ci guida nel percorso musicale con i suoi fill e i suoi attacchi…che lo rendono il nostro metronomo…

Suonare insieme non basta cosa vi unisce oltre la musica?

Abbiamo iniziato questo progetto coltivando la passione per la musica Rock, e serata dopo serata si è creato quel groove e quel sound giusto che soltanto la musica riesce a darti…Sul palco ci divertiamo e riusciamo a creare una magia per regalare al nostro pubblico quelle emozioni giuste…. Ed è bellissimo suonare riuscendo a creare un certo sound e divertirsi allo stesso tempo….per la pura voglia di stare sul palco a suonare insieme…sempre in modo professionale e a un certo livello…con questa armonia poi è nata una grande amicizia tra  noi che riusciamo poi a trasmettere al nostro pubblico, perché sul palco ci divertiamo, siamo allegri, spensierati…c’è una sintonia che poi riesce a regalare tanto a chi ci ascolta…


Ci raccontate un episodio live che vi è rimasto impresso nella mente?

Quando durante una serata Pippo inizia il riff di Whole Lotta love dei Led Zeppelin, cosi d’un tratto, anticipando la scaletta con un brano non previsto…perché aveva voglia di caricare il pubblico con un pezzo giusto al momento giusto…e un leader nel campo come lui sa quando piazzare la canzone giusta…sta di fatto che i cambiamenti di programma sono quelli che riescono sempre meglio….e da li è nata la magia degli Evolution…..perché osando è nato il groove giusto…sembrava proprio come se suonassimo insieme da una vita…ed in quei momenti avresti voluto che la musica non finisse mai…e quando ti capitano queste emozioni…ti senti vivo e soprattutto capisci che la musica è la cosa più bella che sia stata inventata…e non potresti vivere senza…il rock…più che una moda o un lavoro…è uno stile di vita…lo devi avere dentro…

Quanto è importante il rapporto con il pubblico?

Il rapporto con il pubblico non è solo importante, ma è fondamentale..E’ il pubblico il nostro giudice, il nostro critico…e il nostro compito è di soddisfare sempre le sue esigenze….E’ vero che bisogna suonare per divertirsi, ma è importante soprattutto far divertire….regalare un momento di magia a chi ci ascolta..farla rimanere intatta fino alla fine della serata…non trascurare mai nulla…E’ la carica del pubblico che spinge il musicista ad andare avanti nel suo percorso…è quell’adrenalina che riesci a trasmettere che ti fa sentire soddisfatto dentro e a continuare in modo più intenso e con tenacia….rinnovandoti sempre…e mettendoti in gioco…perché quando sai rischiare e ti metti in gioco…è lì che impari un po’ a vivere davvero…

Come sta andando la vostra attività live?Quali i vostri progetti futuri?

Non possiamo proprio lamentarci, abbiamo un buon calendario e abbiamo passato una stagione invernale a suonare nei locali più importanti del salento…in futuro ci sposteremo anche nelle province vicine…su Bari, brindisi o sul tarantino…magari anche fuori dalla Puglia, nelle zone di Potenza…abbiamo già preso un po’ di contatti…Cerchiamo sempre di rinnovare la nostra scaletta, serata dopo serata, perché avendo a disposizione più di mezzo secolo di musica, ci sembra giusto inserire un bel po’ di brani per comprendere ogni artista del Rock…e magari in futuro riusciremo anche a proporre qualcosa di personale e inedito…in cantiere qualcosa è già nato…ora stiamo preparando la stagione estiva e ad Aprile e Maggio abbiamo un po’ di date, ritorniamo al Lido Azzurro di Leuca dopo la grande serata a Dicembre,  al Cover Live di Salve e alla Caffetteria Aurora a Calimera….il resto lo potrete scoprire seguendoci su facebook o su myspace…basta digitare Evolution Nostalgic Rock…e ci trovate subito …

Siamo giunti alla conclusione, volete aggiungere qualcosa per i vostri fan?

Grazie per essere sempre presenti in modo cosi caloroso ai nostri live, siete voi la vera forza degli Evolution, è il pubblico la vera evoluzione musicale…la musica unisce, avvicina le persone e le fa sentire serene regalando emozioni indelebili nella mente e nel cuore…Musica…pace, amore e fratellanza…tutto il resto è solo Rock’n’roll.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.