{youtube width=”400″ height=”300″}p0ltdIepdl0{/youtube}

La seconda giornata del Festival del Cinema Europeo di Lecce ha registrato il tutto esaurito, vendendo oltre settecento biglietti per l’evento speciale W Zappatore, film di Massimiliano Verdesca con Marcello Zappatore, Sandra Milo Guja Ielo e Monica Nappo.

Il film di Verdasca restituisce una Lecce inedita fatta di cemento e periferie.
W Zappatore è stato una scommessa che ha superato di gran lunga le aspettative, raccogliendo i consensi di oltre due generazioni di spettatori presenti alla proiezione.
Oggi 14 aprile grande attesa per “Il sesso aggiunto” di Francesco A. Castaldo, l’evento speciale della terza giornata del Festival del Cinema Europeo di Lecce.
In anteprima nazionale (fuori concorso) sara’ presentato dal regista Francesco A. Castaldo e dall’attore Giuseppe Zeno alle ore 20.30 in sala 1, presso il cinema Massimo.
“Il sesso aggiunto” propone un dramma contemporaneo sul vortice
della droga e la paura della solitudine:
Alan, è un tossicodipendente che vive la sua fragilità in balia di un’esistenza fatta di contraddizioni. La percezione di aver smarrito se stesso e il suo inconscio desiderio di ritrovarsi, lo portano a compiere un percorso di auto-psicanalisi fino a sentire pulsare dentro di sé, dopo tanto, quel “dio” che è in ciascuno di noi. È proprio quel “dio”, “l’amore”, che può permettere a chiunque di uscire da ogni forma di dipendenza, da ogni forma di schiavitù.
“Il sesso aggiunto”: un viaggio nel mondo interiore della tossicodipendenza, per parlare dell’ amore.
“Ma non è un film sull’eroina – sottolinea l’attore Giuseppe Zeno presente Lecce – ma un film sull’amore, un viaggio nel mondo interiore della tossicodipendenza per parlare, di una cosa della quale non si puo’ fare veramente a meno, l’amore, appunto”.