Il Festival del cinema europeo ha premiato Il signor H, nella sezione Puglia show.

Sabato 16 aprile, presso la multisala Massimo di Lecce, alle ore 22, si è conclusa, infatti, la dodicesima edizione del Festival, diretto da Cristina Soldano e Alberto La Monica, che ospita registi e pellicole europee.

Alla presenza dell’attore Toni Servillo, protagonista di questa edizione, e di Carlo Verdone, il cortometraggio con Alessandro Haber, diretto da Mirko Dilorenzo e prodotto da Alessandro Contessa, per Bunker lab, e dalla BCC San Marzano di San Giuseppe, ha ricevuto i premi con la seguente motivazione: “per la capacità di analisi introspettica del personaggio coniugata con una visionarietà registica”.

A essere elogiata, in particolare, la capacità di costruzione della narratività e la sua tenuta. Al cortometraggio sono stati assegnati due premi: il premio Puglia Show e il premio Augustus Color.

Sul palco il regista Mirko Dilorenzo, che ha voluto ringraziare Alessandro Haber e Alessandro Contessa, il produttore, anch’egli presente, che ha sottolineato la necessità di accompagnare i giovani registi. Perché a loro, per dirla con le sue parole, “i premi fanno bene”.

E sempre ai giovani si è rivolto, nel commentare i premi ricevuti, il direttore generale della BCC San Marzano di San Giuseppe, Emanuele di Palma, alla loro creatività: “Siamo felici di ricevere questo riconoscimento. E di aver concretizzato, così, la nostra missione di Banca locale da sempre attenta agli aspetti culturali. Il Cinema è tutto questo. Con Il signor H siamo stati tra i primi ad aver intrapreso la strada del tax credit. Operazione che abbiamo intenzione di ripetere. Questa volta con un lungometraggio, sempre con il produttore Alessandro Contessa”.

L’opera è stata realizzata, inoltre, in collaborazione con il Comune di Maruggio e con l’Apulia Film Commission.

Alessandro Haber ha interpretato la parte del protagonista, il signor H, un uomo che, in un contesto fatto di apparenza e ostentazione, di cultura del consumo e di incubi reali, come la perdita del lavoro, ritrova la strada dopo essere entrato nel suo incubo personale.

Insieme con lui, altri interpreti del panorama artistico, non solo cinematografico. Mingo De Pasquale, inviato speciale di Striscia la Notizia che, insieme con Fabio De Nunzio, forma la nota coppia d’assalto “Fabio & Mingo”. E, nella sua prima prova in veste di attrice, Catena Fiorello, scrittrice e conduttrice televisiva.

Il film è stato girato interamente a Maruggio (TA). Tutta la comunità ha partecipato con entusiasmo alle riprese. In particolare, si è cimentata nella recitazione la signora Luisa Stanca, di Manduria. Una parte da coprotagonista, che l’ha vista recitare accanto ad Alessandro Haber, nel ruolo della madre di H.

lI signor H racconta la storia di un uomo che ormai non esiste più  per il mondo. H non è stato mai protagonista della sua vita, dedicata a un sogno mai realizzato. Un sogno che, però, come tutti quelli più belli, si trasforma in un incubo.
In un contesto fatto di paure reali come la perdita del lavoro, e la condanna della solitudine, la storia si sviluppa attraverso il personale viaggio di H.
Fino al suo addormentarsi, stanco. Inizio, forse, del vero risveglio.

L’opera ha visto la luce grazie alla prima edizione del concorso “Finanziamo il tuo sogno. Anche se corto”, indetto dalla BCC San Marzano di San Giuseppe, in collaborazione con Bunker lab, che ha premiato la migliore sceneggiatura da cortometraggio, scritta da Fabio Ferretti De Virgilis, in grado di raccontare i risvolti umani della grande crisi economico-finanziaria.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dieci + diciotto =