”Non si tratta di aprire delle tendopoli ma di organizzare dei siti chiusi e attrezzati nella maniera piu’ confortevole. Noi pensiamo piu’ a delle ex caserme”. Intervistato dalla Stampa, il ministro per i rapporti con le Regioni Raffaele Fitto si dice fiducioso sul viaggio di Berlusconi in Tunisia

 

”che potrebbe risolvere il problema alla radice con il rientro dei clandestini”, e sugli esiti della riunione della cabina di regia. Quella della tendopoli di Manduria ”era una soluzione d’emergenza”, spiega Fitto. ”La sicurezza a Manduria e’ stata rafforzata ma e’ evidente che nulla puo’ funzionare se c’e’ chi irresponsabilmente strumentalizza politicamente la questione, arriva fino ai cancelli del campo ed incita gli immigrati alle fughe”.

Fitto si mostra ottimista sull’accoglimento dei migranti da parte degli enti locali. La Toscana, dice, e’ ”il caso piu’ virtuoso. Noi avevamo indicato un sito per 500 persone, loro ne hanno individuato un altro che e’ parso piu’ funzionale. Facessero tutti cosi’, sarebbe ideale”. Quanto a Torino, ”sono sicuro che con Chiamparino si trovera’ una soluzione proprio martedi’, quando ci sara’ la riunione della cabina di regia e si prendera’ in esame anche l’attuazione dell’articolo 20 del testo unico sull’immigrazione”.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.