Foto Andrea StellaEntro 48 ore l’ufficio Immigrazione della Questura di Taranto rilascerà i primi 136 permessi di soggiorno temporanei, della durata di sei mesi, con annesso titolo di viaggio, una sorta di carta d’identità, agli immigrati tunisini ospitati nella tendopoli di Manduria.

I permessi – veri e propri ‘badge’ magnetici di identificazione – saranno prodotti e inviati dalla Zecca di Stato. Attualmente sono circa mille le istanze per ottenere il permesso di soggiorno temporaneo raccolte dall’ufficio Immigrazione; all’appello ne mancano circa 300 rispetto al numero totale di immigrati in tendopoli. Non risultano richieste di asilo politico, e chi inizialmente lo aveva fatto, ha preferito trasformare l’istanza di asilo in quella per un permesso di soggiorno temporaneo, in modo da non rischiare il rimpatrio per la scadenza dei termini di permanenza in territorio italiano. Nell’ufficio Immigrazione della Questura di Taranto dislocato nella tendopoli di Manduria, suddivisi in due turni di sette ore  dalle 7 alle 21, sono al lavoro per turno otto poliziotti dello stesso ufficio e due agenti della polizia Scientifica.