Sono 4.039 i permessi di soggiorno temporanei concessi ai migranti arrivati in Italia dall’1 gennaio al 5 aprile. Altre 10.286 domande sono in fase istruttoria. Lo ha detto il sottosegretario all’Interno, Alfredo Mantovano, a Cipro per una riunione sull’immigrazione.

 

I migranti avevano otto giorni di tempo a partire dall’8 aprile, data di pubblicazione dell’apposito decreto, per presentare le domande.

”L’esame delle domande – ha spiegato Mantovano – sta procedendo secondo i tempi previsti. Nessuno di coloro che riceve il documento – ha sottolineato – viene comunque abbandonato: se non ha dove andare viene alloggiato nel sistema di accoglienza predisposto dalla Protezione civile in accordo con le Regioni”.

L’Unione Europea deve sostenere a livello operativo e finanziario gli stati membri che sopportano la maggiore pressione migratoria, creando un apposito fondo di solidarietà e rafforzando Frontex. E’ quanto si legge nella dichiarazione congiunta che Italia, Spagna, Grecia, Malta e Cipro hanno sottoscritto oggi a Nicosia e che porteranno alla riunione del Consiglio dei ministri degli Interni Europei del prossimo 12 maggio. Assente la Francia, che rompe così il fronte dei paesi del Mediterraneo.

”E’ importante – ha spiegato il sottosegretario all’Interno, Alfredo Mantovano – che i paesi del Mediterraneo parlino con una voce sola. Nessuno di noi intende sottrarsi alle proprie responsabilità o scaricarle su altri, ma è necessario che il carico migratorio sia il più possibile ripartito fra tutti gli stati dell’Unione”

CONDIVIDI