Cala il sipario sull’edizione 2011 del Rally Città di Casarano e per la Scuderia automobilistica Casarano Rally Team che ha schierato al via 35 equipaggi è tempo di bilanci. La grossa mole di lavoro ha prodotto risultati importanti.

Su 17 classi 10 vittorie sono andate ai portacolori della squadra diretta da Pierpaolo Carra, che ha piazzato anche 5 piloti nei primi 7 posti dell’assoluta due dei quali hanno conquistato il 2° e il 3° gradino del podio. Alla compagine casaranese   è andato anche il successo di squadra e 4 vittorie di gruppo.

Prestazione sopra le righe per Davide Stefanelli e Davide Micaletto che a bordo della Citroen Saxo, uno dei primissimi esemplari di vetture di classe S1600 fornita loro dal team di Gianni Savio, sono riusciti a cogliere
oltre alla vittoria di categoria, uno straordinario 2° posto assoluto, frutto di una gara attenta e condizionata nelle primissime fasi dalla paura di sbagliare. Rientro in gara positivo, dopo quasi un anno di stop anche per Ivan Pisacane e Salvatore Invidia che nonostante siano ancora alla ricerca del feeling perfetto con la Renault New Clio Sport di classe R3C, sono riusciti a concludere la gara al terzo posto assoluto aggiudicandosi anche la vittoria di gruppo e di classe. Grande  la prova di Marco De Marco e Andrea Nicoli che per la prima volta alla guida della Peugeot 207 S2000 e senza prendere rischi inutili si sono piazzati quinti assoluti e secondi di classe. Alle loro spalle nella generale e al secondo posto nella graduatoria di R3C si è classificato l’equipaggio composto da Fernando Primiceri e Martino Rosato i quali dopo aver utilizzato i primi chilometri per riprendere confidenza con la New Clio Sport, hanno progressivamente incrementato il ritmo togliendosi anche la soddisfazione di vincere il gruppo e la classe nella ps 5. Un risultato più che positivo e che è andato ben al di là di ogni aspettativa è stato quello colto da  Pier Paolo Zompì e Paolo Potera settimi assoluti al traguardo e secondi in S1600. Attento e veloce il pilota casaranese per la prima volta alla guida di una Clio di classe Super, non ha commesso l’errore di andare all’attacco col rischio di compromettere un risultato estremamente positivo in una gara difficile. 6° pilota Casarano Rally Team al traguardo è stato  Maurizio  Di Gesù affiancato da Cristian Quarta che ha chiuso nono assoluto e 4° di classe R3C. Una gara la sua velocissima ma condizionata da una foratura in avvio e da qualche brivido, come quando ad Alliste,  sulla New Clio Sport  si è improvvisamente rotta, di 6^ piena, l’idroguida. Di Gesù è stato bravissimo a gestire la situazione critica e mantenendo il sangue freddo, è riuscito poi ha ottenere nel successivo passaggio  il 3° miglior tempo assoluto.

Per quanto riguarda le altre vittorie di classe e di gruppo Rudy Lucrezio e Mauro Plantera su Renault Clio Rs si sono aggiudicati dopo una animata lotta il gruppo A e la classe A7 giungendo  13esimi assoluti. Alessio De Santis e Barbara Casciaro si sono invece imposti con netta superiorità nella R2B, cogliendo a bordo della loro Twingo Rs il 5° posto di gruppo e il 16° assoluto con la soddisfazione di essersi messi dietro vetture più potenti. 21° assoluto, 3° di Gruppo A e primo di A6 per Roberto De Maria e Fioravante Primoceri i quali saliti per la prima volta sulla Citroen Saxo Vts, hanno portato a termine una buona gara riuscendo ad arginare gli attacchi dei rivali. Ubaldo Castrioto e Salvatore Romano su Opel Corsa Gsi 16v hanno invece vinto la classe N2 giungendo sesti di gruppo e 39esimi assoluti. La Scuderia Casarano Rally Team ha ottenuto altre 4 vittorie di classe anche tra le fuori omologazione.  Antonio Crisigiovanni e Antonio Fortunato su Renault Clio Williams si sono imposti nella FA7 mancando la top ten assoluta per soli 5 secondi. I fratelli Domenico e Roberto Lo Schiavo, detentori del titolo assoluto nel Challenge Rallies Nazionali di Settima Zona colgono il secondo successo stagionale in Gruppo FN e in classe FN2 portando la loro Peugeot 106 S16 in 20^ posizione assoluta. Vittoria solitaria in FA0 per Antonio Balsamo e Valerio Scarpino, Fiat 500 Sporting i quali hanno terminato  35esimi assoluti e quinti di gruppo FA. A chiudere le vittorie di classe targate Casarano Rally Team la coppia composta da Enrico Baglivo e Andrea Centonze i quali egregiamente supportati da una Peugeot 106 Rallye, dopo un avvio a rilento per via di qualche errore commesso sulla prima prova speciale, si sono imposti in FA5.

Francesco Marotta e Marco Agagiù saliti per la prima volta sulla Renault Clio Rs si sono distinti per il secondo posto di classe ottenuto in N3. Un risultato maturato in progressione per il duo leccese che ha chiuso 19° assoluto e 3° di Gruppo N. Secondo posto di classe ma colto in FA6 invece per Luca e Giovanni Finguerra,  30esimi assoluti, su Opel Corsa 8v i quali non potevano sperare in un risultato migliore vista l’agguerrita concorrenza e il divario tecnico con le altre vetture. Nonostante una gara tribolata da tanti problemi sulla loro Peugeot 106 Rallye tra cui il motore  e il cambio, Daniele e Giordano Ferilli sono riusciti a portare a termine la loro gara tenendosi stretto fino all’ultimo il secondo posto di classe FA5 chiudendo 42esimi assoluti. Regolare la gara di Gianluca Martina e  Donato Turra che su identica vettura ma iscritta in classe FN2 sono saliti sul terzo gradino del podio di categoria chiudendo  29 esimi assoluti. Pietro Todaro e Maurizio Capoccia hanno esordito con un risultato positivo sulla Ford Puma S1600 giungendo quarti di classe e ventiduesimi nella generale. Altro esordio da inquadrare in positivo  su una vettura performante è stato quello di Antonio Fracasso e Emanuele Guida i quali nonostante un problema al cambio sulla Honda Civic Type R hanno completato la loro fatica in 4^ posizione di A7 e al 31° posto assoluto. Roberto Sarcinella e Antonio Sergi su Peugeot 106 Rallye hanno invece conquistato, malgrado una foratura (ant. destra) sull’ultima prova il 4° posto in  FA5 chiudendo 47esimi nella generale. Alle loro spalle hanno concluso sia nell’assoluta che in classe FA5, su identica vettura,  Luca Sarcinella e Giorgio Casarano i quali hanno accusato fin dall’inizio una serie di problemi al motore che sulla prova conclusiva, stava per esalare l’ultimo respiro. Quinto posto di classe anche per i cugini Ilario e Andrea Borgia che sono riusciti a portare al traguardo la loro 106 FN2 in  46^ posizione assoluta vincendo anche la graduatoria riservata agli Under 23. Pasquale Manigrasso e Michele Del Fonte su Renault Clio Rs hanno chiuso 50 esimi assoluti e quinti di N3 mentre Antonio ed Eleonora Indraccolo su Peugeot 106 si sono piazzati sesti di classe FA6 e 51 esimi nella generale.

Ritirati invece gli equipaggi: De Matteis-Toma su Clio Williams FN3 (rottura semiasse sulla 5^ ps), Giannuzzi-Natale, stessa vettura e stessa classe (guasto elettrico sull’ultima ps),  Stanca-Fattizzo anche lui su Clio Williams ma iscritta in FA7 (problemi all’alternatore prima dell’ultima ps); nella stessa classe ritiro anche per Corvaglia-Piscopello (rottura del motore dopo la ps 4). In FA6 non hanno visto il traguardo Finguerra-Finguerra su Peugeot 106 Rallye (rottura braccetto sospensione sulla 6^ prova) e  Margiotta-Coluccia su identica vettura (rottura del semiasse sull’ultima prova), stessa sorte di Margiotta è toccata a Apollonio-Tundo su Mg Zr 105 classe A5 mentre  Totisco-Anastasia su New Clio Sport R3C si sono dovuti arrendere già sulla ps 2 per un guasto elettrico. La lista dei ritirati include anche Ascalone-Ascalone su Renault Clio S1600 (incidente sulla ps 3  quando erano settimi assoluti) e Albano-Sansone su Abarth Grande Punto S2000 che non sono nemmeno riusciti a prendere il via per la rottura di un particolare meccanico.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.