“A titolo personale e a nome dell’intero gruppo del Pdl alla Regione Puglia, esprimo solidarietà e vicinanza all’amico Roberto Marti la cui auto la notte scorsa è andata a fuoco a Lecce nel corso di un violentissimo incendio che ha coinvolto anche altre auto”.

Lo dichiara in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Rocco Palese.
“Ci auguriamo che non si tratti di un attentato – aggiunge Palese – e che il volento incendio non sia in alcun modo collegato all’attività politica di consigliere regionale di Marti, quotidianamente impegnato sul territorio. Il nostro auspicio è che le forze dell’ordine facciano immediata chiarezza per restituire serenità a noi tutti, alla famiglia di Roberto Marti e alla politica in generale”.

“Esprimiamo tutta la nostra solidarietà al consigliere regionale del Pdl, Roberto Marti. Siamo amareggiati per quanto accaduto e consapevoli che purtroppo, molto spesso, il mettersi in gioco per il bene della comunità comporta questi rischi. A Roberto – che con la forza  e l’esperienza che lo contraddistinguono certamente saprà affrontare questo momento di turbamento – e alla sua famiglia, va tutta la nostra vicinanza, nella speranza che la politica possa restare “sana” e lontana da accadimenti di questo genere. Fermo restando l’importanza del dibattito costruttivo, infatti, chiediamo soltanto la correttezza dei comportamenti.” Comunicano in una nota congiunta    il consigliere comunale di Lecce e Amministratore Unico di Alba Service Damiano D’Autilia, il presidente del gruppo consiliare de “La Puglia Prima di Tutto” alla Provincia di Lecce Nino Miccoli, il consigliere del gruppo “Progetto Salento” alla Provincia di Lecce Antonio Rosato.

“L’attentato ai danni del consigliere Roberto Marti rimane un gesto vile, qualunque siano le ragioni che hanno spinto gli attentatori fino a tal punto. Esprimo solidarietà e vicinanza a nome mio e del gruppo Udc al collega consigliere del PdL”.
Lo ha detto il presidente del gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, commentando la notizia dell’incendio dell’auto del consigliere Marti avvenuto la vigilia di Pasqua.
“Mi auguro che il gesto non sia riconducibile all’attività politica del consigliere Marti o che si sia trattato di un banale incidente – ha sottolineato il capogruppo Udc – L’auspicio è che le forze dell’ordine possano fare chiarezza in tempi brevi sull’accaduto, restituendo serenità alla famiglia del collega consigliere, alla politica ed alla comunità salentina”.

 

CONDIVIDI