Da resident dei migliori club della riviera romagnola, Luca Cassani oggi giorno rappresenta una bandiera italiana in giro per il mondo con le sue produzioni e i suoi dj set. Nonostante una vita lavorativa tanto frenetica non si lascia mai scappare una data in Puglia.

Infatti, sabato 9 Aprile, questo importante dj e producer sarà il dj guest dell’ultima serata del Biba Exclusive Club di Castellaneta Marina, in provincia di Taranto.

Dopo tanti anni di carriera adesso hai una tua etichetta discografica, la casting couch records e collabori con la Purple Music di Jamie Lewis. Che cosa provi ad aver raggiunto questi importanti obiettivi?

Quello dell’etichetta è un obiettivo che mi ero fissato da tempo, solo volevo farlo con qualcuno che fosse esperto anche nel gestire la parte burocratica, contratti, licenze, promozione, mailing ecc., perché ritengo che sia una parte fondamentale,oltre a quella artistica. Quando ne ho parlato con Roberto Luppi della Molto Recordings lui si é dimostrato entusiasta da subito. Mi piace, però, anche continuare a lavorare con la Purple Music perchè è un marchio riconosciuto nel mondo e sento che Jamie Lewis crede molto nella nostra collaborazione. Sono consapevole di non essere esattamente quel tipo di artista che si usa abbinare a questa label, ma mi piace proprio il fatto di essere considerato al limite, magari perché sono contaminato da più stili. Secondo me la contaminazione e lo stravolgimento delle regole sono una chiave per evolversi.
Che tipo di soddisfazione provi nel girare il mondo per lavoro?

Ogni cosa in funzione del mio lavoro è il massimo della soddisfazione, che sia stare a casa, chiuso in studio, o volare dall’altra parte del mondo ed esibirmi in un club. Il lavoro occupa oltre metà della nostra vita, questa è la cosa che volevo fare fin da bambino e ogni persona che può fare delle proprie passioni un lavoro è una persona fortunata.
La tua ultima produzione, in collaborazione con Dario D’attis, è India. Un disco che, come il titolo preannuncia, richiama il mondo orientale. Come è nato questo progetto?

L’anno scorso stavo mixando la compilation “My boyfriend is out of town – vol.2” per la Purple, mentre mettevo un pezzo di Dario intitolato “Syndia” sono stato colpito dal giro di synth nel break, l’ho campionato, l’ho arricchito con un mio arrangiamento e ho fatto ascoltare il risultato sia a lui che a Jamie Lewis. Entrambi sono stati entusiasti quindi ho continuato. Mi é venuto in mente di abbinare il riff elettronico a qualcosa di orientale come era stato fatto diversi anni prima dai Prodigy in “Smack my bitch up”, che ha uno dei break più belli di sempre e a quel punto ho deciso di farne una vera e propria citazione.

Per la Purple, invece, è uscita da poco la compilation “My boyfriend is out of town – vol.3”, mixata da te ed Alfred Azzetto. Cosa rappresenta questo doppio album per la tua carriera?

È la seconda in 2 anni per un’etichetta riconosciuta nel mondo con un collega che stimo moltissimo, diverso da me, ma col quale mi intendo alla perfezione. Potrei dirti che é un punto d’arrivo ma ormai ho capito di avere solo punti di partenza. Finché la passione ti guida il risultato più bello sarà sempre quello ancora da raggiungere.
Oltre alla musica, in futuro, ci sono degli interessi che vorresti coltivare?

noooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!! Scherzi a parte mi interessano tante cose, ma senza musica niente sarebbe più lo stesso.
Più che un’ospite, ti potremmo definire un amico di Musicaeparole. Ma qual è il tuo giudizio su questa società?

Musicaeparole, per me, rappresenta l’essenza di come si organizzano clubs ed eventi di qualsiasi tipo, che siano di tendenza, fashion, o concerti, tutto ad alto livello e col denominatore comune della passione.
Vieni spesso a suonare in Puglia. Cosa apprezzi maggiormente di questa regione?

L’abbinamento tra la voglia di divertimento e la preparazione musicale del pubblico. Ciò è merito di una grande passione per la musica e di un ottimo lavoro dei djs resident dei club pugliesi.

Intervista a Luca Cassani a cura di Valter Cirillo

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − 7 =