Dopo Martano e pria di approdare nelle principali città italiane, si apre a Lecce nelle sale dell’ex Convento ai Teatini martedì 5 aprile 2010 ore 18,30 la personale di pittura Antonio Luceri, La figura, il gesto, il segno, il colore. Raccontarsi per immagini.

La mostra è curata dal critico d’arte Toti Carpentieri che, negli anni, ha seguito il percorso e la ricerca dell’artista di Martano che presenta una accurata selezione di opere realizzate dal 1975 ad oggi.
Una affascinante carrellata che permetterà al grande pubblico di entrare nella poetica dell’artista che – scrive Toti Carpentieri nel catalogo pubblicato da Il Raggio Verde edizioni – “Ancora una volta in piena adesione al linguaggio e al fascino del colore, e nel proseguimento di quell’itinerario espressivo altamente personale che fa dire al pittore: “dipingere vuol dire essere liberi nei nostri gesti e nelle nostre emozioni”. Ma anche nella conferma della permanenza e della mutazione dei mezzi e degli strumenti del creare e del comunicare, come giustamente alla fine dovrebbe accadere nel compiere un percorso di decenni e decenni, e nella convinzione di aver cercato sempre, e al tempo medesimo, di esprimere se stesso, la propria epoca e l’arte. Il che non è poco”.
Nato a Martano nel 1939, Antonio Luceri all’età di tredici anni si trasferisce con la famiglia a Roma dove si diploma l’Accademia di San Giacomo. Diplomatosi nel 1058 topografo inizia una lunga serie di personali che lo portano nelle principali città italiane riscuotendo notevole successo di critica e di pubblico. Numerosi gli incontri con i protagonisti della cultura e dell’arte, da Giorgio De Chirico a Juliette Greco, a Eugenio Carmi, a Carla Accardi.
Vincitore del primo premio nella V^ Rassegna Nazionale d’Arte Contemporanea di Roma, Panepinto Editore lo inserisce nel suo “Maestri contemporanei”, e l’Antonio Lalli Editore pubblica la monografia “Antonio Luceri”. 
Nel 1978 espone presso la “Galleria del Babuino” a Roma, ricevendo il plauso di Renato Guttuso prodigo di consigli e suggerimenti. Negli anni Ottanta espone nella Galleria “Il Vesuvio” di Amsterdam, e nel 1990 espone per la prima volta a Martano sua città natale, per ritornarvi solo dopo diciotto anni con una personale nel Palazzo Ducale.
Nel 1996 è alla Galleria “Contemporarte” di Rende in quel di Cosenza nel duemila espone nella Galleria “Modern” di Zurigo. Una nuova mostra nell’Hotel President di Lecce nel 2008 e quella nel Pomerio “Antica Dimora” di Martano negli ultimi mesi del 2009, sono i suoi più recenti momenti espositivi.
Interverranno alla serata inaugurale Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce,  Paolo Perrone, sindaco della città di Lecce, Nicola Elia dirigente Settore Cultura. Presenta l’artista il critico d’arte Toti Carpentieri. Coordina l’incontro Antonietta Fulvio direttore editoriale Il Raggio Verde edizioni.
Durante il vernissage l’intervento musicale del sassofonista Franco Russo.
La mostra, patrocinata dal Comune di Lecce e Provincia di Lecce, è organizzata da Il Raggio Verde eventi d’arte.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto − sedici =