Di seguito riportiamo una precisazione di Tommaso Borgia, direttore de L’Istituzione per i Servizi Sociali, ed ex assessore alla Cultura dl Comune di Lecce: “In occasione del ventennale dell’istituzione del Mercatino dell’Antiquariato (28/Aprile  1991), indirizzavo nei giorni scorsi un appello al Sindaco Perrone

(anche attraverso la Gazzetta!) di rivitalizzare detta mostra, in quanto negli ultimi tempi è stata sballottata di qua e di la,senza mai darle una degna sistemazione.
Proponevo pertanto, come ideatore della mostra, quale luogo ideale e forse anche definitivo la zona antistante tra Porta Napoli e l’Obelisco sugli ampi marciapiedi esistenti ( con nelle vicinanze i capienti parcheggi di Largo 2 giugno per operatori e visitatori!).
Detta piazza è stata erroneamente e superficialmente indicata come Piazza Aymone (che si trova però alle spalle  di Porta Napoli !), mentre la parte antistante è dedicata all’ex Rettore dell’Università Prof.Rizzo. Questa precisazione mi sembra quanto mai pertinente per non ingenerare  confusione.
Comunque se il Signor Sindaco, come leggo oggi sul vostro giornale,il Presidente della commissione, consiglieri comunali,diversi cittadini sono d’accordo con questa nuova, indicata, sistemazione, non vedo perché questa decisione debba passare attraverso il parere delle commissioni, i cui passaggi, come si sa, talvolta sono lunghi. Basterebbe una semplice ordinanza del Sindaco.
Sarebbe quanto mai bello, che detta nuova sistemazione, partisse da questa ultima domenica di aprile, a cavallo tra Pasqua e  domenica 1 maggio, si da consentire ai visitatori,specie forestieri, di apprezzarne da subito le nuova ubicazione”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici − 11 =