Spiagge pulite già dal weekend di Pasqua. Grazie ad una iniziativa dell’assessorato all’Ambiente è stata avviata infatti dallo scorso 11 aprile la pulizia degli arenili leccesi. Un’attività nella quale  sono impegnati gli operatori dell’ATI Biologica, Icos e Bios il cui compito è quello di ripulire le spiagge da rifiuti di vario genere (in buona parte residui delle mareggiate degli ultimi mesi).

Dopo questa prima fase, voluta essenzialmente in previsione delle gite di Pasquetta, gli interventi proseguiranno con pulizia periodica (posizionamento e svuotamento dei cestini portarifiuti e della raccolta differenziata) sino al prossimo 17 settembre.
Insieme agli interventi di pulizia e diserbo degli arenili, è stato già avviato il servizio di disinfestazione, derattizzazione e deblatizzazione della città e delle marine: S. Cataldo, Torre Chianca, Spiaggiabella, La Canuta, Frigole, Casalabate, e Torre Rinalda.
“Vogliamo che le nostre spiagge e le nostre marine – dichiara l’assessore all’Ambiente Gianni Garrisi –  si presentino pulite affinché i nostri concittadini ma anche i turisti e i visitatori possano trovare un litorale pulito, decoroso e attraente”. Di qui l’appello a “non sporcare le spiagge e differenziare il più possibile i rifiuti”.
“E’ l’ennesimo sforzo di questa Amministrazione – aggiunge l’assessore Garrisi  – da inserirsi nell’elenco di strategie di sviluppo per il litorale comunale in vista dell’imminente stagione estiva. Come ogni anno, infatti, ci apprestiamo con puntualità e precisione – ha concluso Garrisi – ad effettuare tutti gli interventi utili a rendere le nostre marine pronte per la migliore fruizione possibile, ancor prima dell’inizio vero e proprio dell’estate, nel tentativo di estendere la stagione turistica oltre i mesi strettamente estivi. Il nostro obiettivo, infatti, resta quello di considerare il turismo come uno dei fattori principali di sviluppo sostenibile per il futuro”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × tre =