Foto Andrea StellaL’intensa settimana dedicata al Festival del Cinema Europeo riserva sempre delle novità: “Parole di cinema”, incontri in cui interverranno alcuni autori e attori protagonisti di quest’edizione, presentazione della monografia di Toni Servillo, prodotta dal Festival del Cinema Europeo, insieme al Centro

Sperimentale di Cinematografia, e infine mostre fotografiche dedicate ai protagonisti d’eccezione di quest’anno.
Nei giorni tra il 12 e il 16 aprile, per la prima volta nelle sale del Cinema Massimo sito al centro della città, si terrà una carrellata di film ed eventi volti allo sviluppo della cultura attraverso tutte le arti, alla conoscenza del nostro territorio, e non ultimo attraverso la proiezione di pellicole pregiatissime, frutto di una selezione accurata, da parte dei direttori dell’evento Cristina Soldano e Alberto La Monica, affinchè chiunque possa usufruire di produzioni troppo spesso trascurate dal mercato.
Alla conferenza stampa di stamattina il sindaco di Lecce Paolo Perrone, la vicepresidente della provincia Simona Manca, l’assessore regionale alle politiche culturali Silvia Godelli, hanno sottolineato come questa XII edizione del Festival sia da diversi anni l’evento di punta della Provincia, e di quanto rilievo abbia anche un cine-turismo, dedicato e mirato non solo agli stranieri, ma soprattutto vissuto come momento di cultura per i salentini stessi.
Gli spazi dell’arte saranno dislocati in svariati punti della città: il Multisala Massimo per le proiezioni, Il Cineporto (presso le Manifatture Knos) e l’ex convento dei Teatini (in corso Vittorio Emanuele), teatri di mostre fotografiche dedicate a Toni Servillo e a Lisetta Carmi. Il caffè all’Ombra del Barocco (corte dei cicala) ospiterà, invece, alcuni incontri con autori per la presentazione di libri, come quello con l’attore Toni Servillo, previsto per sabato 16 aprile alle ore 18.00.
Non può che esser apprezzata ma soprattutto condivisa un’esperienza di così grande respiro culturale, al quale, ricordiamo, prenderanno parte anche il produttore portoghese Paulo Branco (presidente di giuria quest’anno del concorso), nomi illustri quali quello dell’ attore Giuseppe Battiston e Riccardo Scamarcio, oltre ai fratelli Verdone, che torneranno a Lecce per la seconda edizione del Premio Mario Verdone.

Gabriella Gnoni

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.