Su disposizione del Comandante  Provinciale di Lecce,  i Carabinieri delle Compagnie di Lecce, Maglie, Casarano, Campi Salentina, Tricase e Gallipoli, hanno eseguito nei giorni scorsi un servizio coordinato finalizzato al contrasto dell’ abusivismo edilizio, nel corso del quale venivano denunciate

42 persone, per aver realizzato manufatti in difformità della legge di settore.

In particolare sono complessivamente 20 i Comuni ( Lecce, Taviano, Parabita, Matino, Ugento, Neviano, Galatone, Alezio, Nardò, Sannicola, Gallipoli, Salve, Specchia, Bagnolo del Salento, Cannole, Minervino di Lecce, Surano, Soleto, Monteroni, Martano, Porto Cesareo, Leverano, Guagnano e Veglie.)  dove i Militari hanno proceduto al rinvenimento e sequestro di opere edilizie abusive, per un valore complessivo che sfiora euro 1.000.000,00 ( 1 Milione di euro). Tra le edificazioni illegali figurano : 4 recinzioni perimetrali in muratura; 8 Manufatti al rustico adibiti a deposito, a vani sopraelevati  e a coperture di civile abitazione; 1 veranda annessa all’abitazione principale; 1 Autorimessa; 2 Autonomi mini appartamenti; 1 Piscina di Mq 120.

Numerosi sono inoltre le opere di ristrutturazione e modifica di civili abitazioni realizzate in difformità della progettazione presentata in dia Comunale, o addirittura senza alcun permesso ovvero in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, che hanno comportato l’immediata sospensione dei lavori e il relativo sequestro da parte dei Carabinieri.
L’operazione  scattata nei giorni scorsi ha interessato tutto il territorio della Provincia  ed impegnato  circa 80 Militari del Comando Provinciale di Lecce.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove − sette =