I Finanzieri della Tenenza di Casarano hanno individuato nel comune di Ugento, all’interno di un appezzamento agricolo di circa 5.000 metri quadri, destinato alla coltivazione di olivi, una villa abusiva in fase di realizzazione di circa 400 metri quadri.

I successivi approfondimenti eseguiti dai Finanzieri presso l’Ufficio Tecnico di un Comune del sud salento, hanno permesso di appurare che per lo stesso fabbricato risultava rilasciato un permesso di costruire del tutto difforme dal progetto iniziale presentato dal proprietario.

Il progetto presentato originariamente, infatti, avrebbe consentito al massimo la realizzazione di un immobile di poco superiore ai 50 metri quadri, ben al di sotto dei 400 metri quadrati effettivamente realizzati.

L’imponente costruzione abusiva, del valore commerciale di circa 300 mila euro, completamente immersa nel verde, risultava ancora da ultimare, priva di intonaci interni ed esterni, impianti tecnologici e pavimentazione.

L’intero fabbricato, in considerazione delle difformità riscontrate rispetto a quanto autorizzato dal competente ufficio tecnico, è stato sottoposto a sequestro ed il proprietario, un 56enne del posto, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Lecce per violazione delle norme in materia edilizia.

Anche a Casarano, i controlli hanno consentito di sottoporre ad ulteriore sequestro un porticato di circa 50 metri quadri, realizzato senza alcuna autorizzazione, con conseguente deferimento alla medesima Autorità Giudiziaria di una 58enne del posto

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici + quattro =