È durata poco meno di tre ore l’autopsia effettuata sul corpo di Tiziana Franchini, la mamma 38enne, di Lecce, morta venerdì scorso nel reparto di Rianimazione del Vito Fazzi di Lecce, pochi giorni dopo aver dato alla luce la sua secondogenita.

L’esame necroscopico, eseguito su disposizione del sostituto procuratore Guglielmo Cataldi, è stato effettuato nelle scorse ore nell’obitorio del nosocomio leccese dal medico legale Roberto Vaglio, che ha stabilito che il decesso della 38enne sia da attribuire ad una emorragia cerebrale. Entro 60 giorni, il medico legale dovrà depositare la consulenza sul tavolo del Pm, titolare delle indagini, arricchita dai risultati di alcuni esami istologici sugli organi della giovane vittima.
Per la morte di Tiziana Franchini, risultano indagati, con l’accusa di omicidio colposo, 23 medici dell’ospedale Vito Fazzi.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici − dodici =