”Vendola chieda immediatamente al presidente del Consiglio e ai ministri dell’Interno e degli Affari regionali, Maroni e Fitto, un incontro perche’ quella tendopoli di Manduria venga smantellata immediatamente, e si passi velocemente a un modello assolutamente differente”

e ”simile a quello toscano con centri diffusi dove possano trovare accoglienza piccoli nuclei di immigrati”. E’ la proposta del segretario regionale del Pd Puglia, Sergio Blasi, lanciata oggi nel corso di una conferenza stampa sull’emergenza immigrazione, alla quale ha partecipato anche il deputato Pd, Ludovico Vico. Nell’incontro, il Pd ha proposto alcune soluzioni. Tra queste ci sono l’applicazione dell’articolo 20 della Bossi-Fini per la concessione di permessi provvisori agli immigrati; una concertazione con le associazioni di volontariato; l’impegno del governo a ottenere un accordo con la Tunisia per fermare gli arrivi; la dismissione della strategia delle tendopoli e l’apertura di centri di accoglienza che non superino le 300 presenze. Per Vico, ”dal punto di vista generale c’e’ un indirizzo politico intollerabile, quello che ormai da tempo il governo muove lungo gli indirizzi dell’azionista di maggioranza del governo che e’ la Lega Nord”. ”Il governo – ha sottolineato – sul piano interno e’ fermo su una strategia dell’ingovernabilita’ totale” e ”speriamo che oggi concluda con la Tunisia sul doppio versante dei rimpatri, che devono avvenire, e su quello dello stop degli arrivi”. ”Domani – ha concluso Vico – presenteremo anche una interrogazione parlamentare sulla circolare di Maroni che sospende le prerogative dei parlamentari” impedendo loro l’ingresso nella tendopoli di Manduria

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − 6 =