“L’indagine conclusa oggi dalla Questura di Lecce sullo sfruttamento del lavoro di extracomunitari per la realizzazione di impianti fotovoltaici e’ importante sotto vari profili: conferma l’efficienza della Polizia di Stato e dell’autorita’ giudiziaria di Lecce nella ricostruzione e nella repressione

di un grave fenomeno; dimostra che gli strumenti normativi a disposizione, introdotti nell’ultimo decennio, permettono un contrasto effettivo e rigoroso; offre a chi, essendo arrivato in Italia da Stati non europei, percorsi reali di emersione dal “nero” e dall’assoggettamento; rivela il decisivo contributo di un’organizzazione sindacale – l’Ugl – i cui esponenti nel territorio salentino hanno con coraggio instradato tanti lavoratori extracomunitari verso la denuncia”. E’ quanto si legge in una nota del sottosegretario Alfredo Mantovano che prosegue: “L’esperienza positiva, pur se con risvolti drammatici, insegna che la lotta alle nuove schiavitu’, che esistono e sono in mezzo a noi, esige l’iniziativa e il concorso di tutti, e in modo particolare delle parti sociali: quanto maggiore sara’ l’unita’ di intenti e lo sforzo di tenere a distanza imprenditori occulti e cinici, tanto piu’ estese saranno le prospettive di lavoro onesto per tutti, italiani e stranieri”

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 − 18 =