Domani mattina alle ore 11.00 sarà inaugurato il mercato multietnico in zona Settelacquare. “Un modello di integrazione” come ha voluto sottolineare l’assessore alle attività produttive Luigi Coclite, che ha curato assieme all’amministrazione l’intero progetto.

Il mercato multietnico nasce grazie al bando regionale, che è stato presentato a settembre del 2010 dando la possibilità di presentare domanda per ottenere uno dei 35 box destinati al progetto. La scelta è stata fatta tramite criteri comuni imposti dalla Regione, riguardanti permesso di soggiorno, anzianità di residenza, nazionalità ecc, e a febbraio è stata così composta la graduatoria.

Sono risultati quindi aventi diritto al box 34 persone di diverse nazionalità, provenienti da: Bangladesh, Cina, Ecuador, Etiopia, Marocco, Senegal, Sri Lanka e Tunisia. Quattro box sono stati assegnati anche ad italiani, di cui tre di origini straniere ma nati nel Bel Paese.

Solo un box non è stato assegnato per problemi di irregolarità di documentazione per cui verrà rimesso al bando a settembre di quest’anno.
Il luogo del mercatino sarà a Settelacquare nella struttura che è stata da poco ristrutturata dopo aver subito numerosi atti vandalici che hanno costretto ad alcuni lavori aggiuntivi e ad uno slittamento dell’inaugurazione. Importante da segnalare, il prezzo irrisorio dell’affitto dei box, che è di 9 euro per i più piccoli e di 16 per quelli più grandi fino al 2013. Dopo tale data, gli affitti saranno adattati ma si tratterà sempre di piccole cifre.

Gli stand sono stati consegnati già questa mattina per poter essere allestiti e pronti domani, quando verranno inaugurati.

“Questo immobile rappresenterà un vero modello di integrazione,” ha concluso l’assessore Coclite.”Tra i pochi che si possono riscontrare nel resto d’Italia. Non sarà un luogo fisico destinato esclusivamente a fare acquisti, ma sarà un punto di incontro e di confronto nel quale si potranno svolgere attività artistiche e culturali”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti − 5 =