“La Giunta Vendola continua a finanziare gli sprechi e le clientele in sanità e costringe i genitori dei piccoli pazienti di Oncoematologia pediatria di Lecce a pagare di tasca propria i medici per far curare i figli. E’ vergognoso che questo avvenga in un Paese civile.

La Giunta Regionale assuma provvedimenti urgenti per garantire il funzionamento del reparto”. Lo sostengono in una nota i consiglieri regionali salentini di centrodestra, Rocco Palese, Antonio Barba, Andrea Caroppo, Erio Congedo, Roberto Marti e Mario Vadrucci.
“La telenovela del reparto di Oncoematologia pediatrica del Vito Fazzi va purtroppo avanti da ben sei anni nel corso dei quali più volte abbiamo sollecitato il Governo Vendola ad assumere provvedimenti che garantissero continuità di cura ai piccoli pazienti e alle loro famiglie e serenità lavorativa ai medici che con dedizione e passione si occupano di questi pazienti. Ci chiediamo – aggiungono i consiglieri – perché mai la Giunta Vendola non abbia dato corso a quanto previsto dal Piano Fitto, ossia la trasformazione di quel reparto in vera e propria Unità Operativa, come peraltro era previsto per l’Oncologica di Casarano – Gallipoli dove è stata realizzata l’UO. Chiediamo quindi che la Giunta approvi subito un provvedimento con cui porre fine alla vergogna di genitori costretti a pagarsi i medici per garantire cure ai propri figli. Basterebbe forse tagliare qualche consulenza e qualche acquisto ingiustificato di beni e servizi da parte della Asl per garantire alle famiglie salentine il diritto alla cura dei propri figli”.

CONDIVIDI