Wojetek PankiewiczIl consigliere comunale del centro moderato Wojetek Pankiewicz ha presentato oggi una Mozione da discutere in Consiglio Comunale con la quale si richiede maggiore impegno da parte dell’amministrazione sulla messa in sicurezza delle strade della città col rifacimento e l’adeguamento della segnaletica orizzontale e verticale, con la realizzazione di appositi dossi di attraversamento e semafori a chiamata nei punti più pericolosi.

Il consigliere propone anche un progetto permanente sull’educazione stradale con campagne di sensibilizzazione per diffondere la cultura della responsabilità,, della legalità, del rispetto delle regole, del garbo e della cortesia, del rispetto della persona e della solidarietà.

“Attraversare la strada o un incrocio a Lecce è diventata ormai una delle attività più rischiose, una sorta di roulette russa, scrive Pankiewicz in un comunicato, lo scorso 21 aprile insieme a rappresentanti dell’Udc e rappresentanti dell’Associazione “Alla conquista della vita”ha partecipato a un sit-in di protesta in viale dell’Università per sollevare il problema della sicurezza stradale nella nostra città sulle cui strade si allunga quotidianamente la già lunga scia di sangue. Col sit-in si è voluta denunciare la pericolosità di tantissimi attraversamenti pedonali, dovuta all’inadeguatezza o addirittura alla fatiscenza, se non addirittura, in alcuni casi, all’assenza, della segnaletica orizzontale e verticale, il che provoca pure, oltre agli investimenti a danno dei pedoni, anche scontri tra auto, scooter, biciclette ecc..

L’alto numero di incidenti in città è causato anche dalla mancanza di senso civico e dallo scarso rispetto delle norme del Codice della Strada. La situazione attuale è estremamente pericolosa, oltre che in viale dell’Università, anche nei viali Foscolo e Leopardi, per non parlare dei viali Aldo Moro e dello Stadio. Tutti viali già teatro di gravissimi incidenti stradali anche mortali. L’iniziativa del consigliere Pankiewicz è supportata dal Movimento giovanil Udc,dalla Consulta delle politiche familiari e tutela della vita, dalla Segreteria cittadina e da liberi cittadini.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove + undici =