In merito alle notizie apparse sui quotidiani, si legge nella nota del coordinamento provinciale del Pd,  si specifica che gli organismi del Partito Democratico di Nardò non sono oggetto di alcun commissariamento da parte della segreteria provinciale. È in atto, in queste ore, una proficua collaborazione tra segreteria provinciale e di circolo al fine di individuare, tra quelli in campo, il candidato su cui il partito democratico convergerà.

L’autonomia del circolo di Nardò non è in discussione sopratutto alla luce dell’intenso e vivace dibattito democratico che si sta svolgendo in queste ore e che vede coinvolti tutti gli organismi di direzione del partito di Nardò. Si conferma, pertanto, la fiducia nella segreteria di Nardò e si rinnova l’invito a proseguire nel dibattito interno per definire la strategia elettorale che vedrà il PD parte attiva e determinante.
Quanto alla lacerazione nell’ambito del centro sinistra neretino, il Partito Democratico non può non constatare di aver cercato, in maniera determinata e con enorme profusione di energie, l’unità, rinviando più volte la presentazione del proprio candidato sindaco, al fine di non porre, sul tavolo negoziale del centro sinistra, alcuna pregiudiziale o ostacolo alla discussione. È del tutto evidente, e non solo per la tempistica della candidatura di Marcello Risi, che le altre forze del centro sinistra hanno ritenuto di seguire un percorso diverso, del tutto incompatibile con un progetto di unità.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.