“Dopo il CdA del 28 marzo scorso in cui si decise per un abbassamento delle tasse, la situazione ancora non è completamente chiara. Infatti anche se nel maggiore organo amministrativo del nostro Ateneo si è deciso di destinare 765.000 euro per ridurre la pressione fiscale

agli iscritti all’Università del Salento, gli studenti non possono ancora pagare l’importo dovuto per via del portale studenti che deve essere ancora aggiornato.” Intervengono così  i rappresentati UDU sulla questione tasse.

“Sul portale studenti non compaiono ancora le distinte da stampare che consentono di pagare la seconda e terza rata, né compare la proroga fino al 31 maggio del pagamento.
Naturalmente il mal funzionamento del portale non è esclusivamente attribuibile al  sistema informatico dell’Università, da sempre carente, ma anche all’amministrazione. Dopo 22 giorni gli uffici tecnici dell’Ateneo devono ancora calcolare l’extra-gettito reale derivante dai filtri di merito e dare le comunicazioni ufficiali alle segreterie, mentre nelle settimane passate tutta la discussione attorno alle tasse circolava attorno ad un dato: extra-gettito di 1.600.000€.

Proprio le segreterie sono un altro grande problema, dato il clima di caos generato da una pessima comunicazione interna nel nostro ateneo. Dopo la questione tasse molti studenti si sono recati presso le segreterie chiedendo maggiori delucidazioni, avendo come risposta che nulla è cambiato riguardo le tasse, nonostante le delibere del CdA del 28 marzo attestassero il contrario.

Tuttavia i problemi non sono esclusivamente di natura tecnica e burocratica, ma il rischio è ora che quest’incertezza sia il frutto non solo di carenze amministrative ma  che ci siano anche problemi legati a un modello di tassazione che oltre che ingiusto è anche errato nel calcolo dell’extra-gettito di previsione.”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × 1 =