“Le decisioni della giustizia amministrativa, specie nel Salento, stanno sconfessando clamorosamente il Piano di Rientro con cui la Giunta Vendola ha deciso di chiudere gli ospedali senza prevedere servizi sanitari alternativi e senza tagliare di un euro gli sprechi”.

Lo sostiene in una nota il consigliere regionale salentino  del Pdl, Roberto Marti.

“Il Tar dopo aver sospeso la chiusura di alcuni reparti dell’ospedale di Gagliano, ha assunto la stessa decisione d’urgenza per l’ospedale di Nardò. In sostanza tocca alla giustizia amministrativa ristabilire il diritto di cura dei cittadini pugliesi, gli stessi che Vendola nel 2005 diceva di voler mettere al centro dell’attenzione; gli stessi a cui diceva di voler ‘restituire il maltolto’. Siamo alla beffa e alla sconfessione totale di sei anni di Governo della sinistra. Come si dice, non c’è due senza tre e, mentre siamo in attesa da mesi di sapere la verità sul futuro dell’ospedale di Poggiardo, non possiamo che augurarci che prima della campagna elettorale, sia anche in questo caso il Tar a ristabilire verità e giustizia”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − dieci =