“Con i 113 milioni di euro in più ottenuti sul Fondo Sanitario regionale, adesso la Giunta Vendola elimini subito il ticket di un euro a ricetta in vigore anche per gli esenti”. Torna a chiederlo in una nota il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese.

“Il Governo Berlusconi ha mantenuto l’impegno assunto con le Regioni all’atto della firma del Patto della Salute di dicembre 2009, di incrementare in Fondo Sanitario Nazionale di 486,5 milioni di euro. E’ grazie a questo ‘fondino’ aggiuntivo che le Regioni hanno raggiunto l’accordo e che le Regioni del Sud hanno potuto avere più soldi, perché questo ‘fondino’ è stato ripartito in base a criteri meno penalizzanti per le Regioni del Sud di quelli oggi in vigore ‘grazie’ al Governo Prodi – Bindi che li istituì con buona pace (e il voto) anche dell’allora deputato Nichi Vendola. Quindi la quota di Fondo Sanitario Nazionale spettante alla Puglia per il 2011 è composta da due voci: 6 miliardi 920 milioni di euro a valere sul Fondo Sanitario Nazionale inizialmente stanziato per il 2011 e 32 milioni 126mila euro a valere sulla quota integrativa stanziata dal Governo come garantito nel Patto della Salute del 2009. Il totale per la Puglia è quindi di 6 miliardi 953milioni di euro”.
“Adesso – conclude Palese – alla Giunta Vendola non resta che prendere atto di aver ottenuto 113 milioni di euro in più rispetto all’anno scorso ed evitare che finiscano nel calderone dei debiti. Vanno subito impiegati per eliminare il ticket su farmaci e ricette e per eliminare le tasse regionali che i cittadini pugliesi continuano ingiustamente a pagare”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 + tredici =