Vignetta Massimo DonateoArriva Pasqua…tempo di dolci tentazioni, di coloratissime uova di nastri sgargianti e di vetrine sciccosissime!!
E si…dobbiamo trovare il più bello, il più colorato, il più gustoso e più soddisfacente uovo per il nostro lui…quello in cui mettere la sorpresa personalizzata magari….quello da rompere e mangiare insieme !!!!!!!!!!!

Ma cosa fare se il vostro fidanzato, non-fidanzato, amico, compagno….(in base alle diverse situazioni sentimentali, naturalmente) non è goloso????
Daiiiiiiii…non si può…..ma come si fa…..presentarsi con un uovo fantastico e sapere già che l’unico scopo per il quale guarderà affascinato il nostro “dolce” pensiero sarà la curiosità per la sorpresa che può esserci dentro…e intanto già pensa al modo di riciclare o sbarazzarsi di tutta quella cioccolata che noi ci aspettiamo di mangiare insieme fino alla nausea???!!!
E no…bisogna trovare l’alternativa…bisogna sorprenderlo…dobbiamo necessariamente fare qualcosa per mangiare insieme l’uovo di Pasqua!!!!
Ecco….trovato…..si farà l’uovo di Pasqua  salato….chiamiamolo anche “uovo diversamente dolce”, considerato che diverso in questo periodo è una parola dispregiativa….
Allora….come base per l’uovo si potrebbe decidere di acquistare una base per pizza (e ve lo consiglio considerato che la vigilia non abbiamo a disposizione molto tempo, bisogna andare dal parrucchiere, dall’estetista…..bisogna rifare le unghie…), in alternativa si potrebbe preparare una base di pasta di pane con le seguenti dosi :

500 grammi di farina
300 ml di acqua (o più o meno…in base alle necessità per l’impasto)
10 grammi di lievito (in modo che non lieviti molto)
2 cucchiai colmi di olio extra vergine di oliva
un pizzico di sale

Facciamo sciogliere il lievito in una ciotola con acqua tiepida. Uniamolo, poi, alla farina, precedentemente setacciata, insieme al sale e all’olio. Con l’acqua necessaria impastiamo fino a d ottenere un panetto morbido ed omogeneo.  Lavoriamo a lungo l’impasto, poi formiamo una palla e pratichiamoci su un taglio a croce. Riponiamola in una coppa leggermente unta d’olio, in modo che non aderisca.
Copriamo con un canovaccio inumidito e ben strizzato e lasciamo lievitare fino a quando avrà raddoppiato il suo volume. Riprendiamo la pasta, lavoriamola per qualche minuto e dividiamola in due parti.
Una parte impastiamola con olive nere tagliate a rondelle (per dare l’idea del cioccolato), l’altra con origano o rosmarino (quello che preferite).

Ora arriva la parte più bella….dobbiamo dare una forma a questo impasto……vediamo un po’….
Stendiamo la pasta molto finemente in modo che in cottura non lieviti molto e disponiamola in due  stampi a forma di uovo (che se sarete fortunate troverete dopo aver girato per i negozi di casalinghi di tutta la città, e magari squilla il telefono proprio mentre siete alla cassa contentissime di aver trovato lo stampo…ed è lui….dite che vi trovavate in quel negozio per caso, per prendere delle tazze da caffè magari….), inforniamo per 20-25 minuti e lasciamo raffreddare.
Dopodiché mettiamoci dentro un piccolo dono (e qui…nulla da dire….lascio spazio alla vostra fantasia) e spennelliamo le estremità con uovo sbattuto, uniamo le due parti e inforniamo per qualche minuto in modo che si attacchi. Lasciamo nuovamente raffreddare molto bene.

Ora si passa al confezionamento…wow…..poggiate il vostro uovo su di una base di plastica (riciclata da un uovo di cioccolata) e avvolgetelo in un foglio colorato metteteci un bellissimo fiocco degno del vostro impegno e il gioco…diciamo così….è fatto!!!!!!!
Aspettatevi come minimo una settimana di coccole e attenzioni …diversamente…l’anno prossimo l’uovo….sarà di cioccolata!!!!

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti + quindici =