Proseguono con efficacia i controlli della Guardia di Finanza finalizzati all’accertamento del regolare assolvimento delle disposizioni in materia previdenziale, assistenziale ed assicurativa, a tutela dei lavoratori.

In tre distinti interventi, le Fiamme Gialle della Compagnia di Lecce, Gallipoli e della Tenenza di Casarano hanno ispezionato tre esercizi commerciali, che hanno permesso di scoprire un lavoratore irregolare e due lavoratori “in nero” di cui uno di età inferiore a 16 anni.

Gli interventi dei militari nei confronti di un bar, un supermercato ed una pizzeria, hanno consentito di riscontrare, anche attraverso le rilevazioni effettuate nei libri contabili ufficiali e confermato dalle dichiarazioni rese dagli stessi dipendenti, il vincolo di subordinazione esistente tra i lavoratori ed i rispettivi titolari delle imprese.

Il titolare della pizzeria che ha impiegato manodopera minorile, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Lecce, insieme ai genitori del ragazzo, come previsto dalla normativa in materia di sfruttamento del lavoro minorile.

Il fatto è stato segnalato all’INPS, all’INAIL e alla Direzione Provinciale del Lavoro per l’applicazione delle sanzioni, nonché all’Agenzia delle Entrate per i profili di interesse fiscale.

Dall’inizio dell’anno nello specifico settore sono stati effettuati 24 interventi che hanno permesso di scoprire 68 lavoratori in nero.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici + 2 =