Si è spento, questo pomeriggio, il commendatore Raffaele Pozzi, presidente della Cooperativa di garanzia «L’Artigiana» e grande protagonista, da oltre cinquant’anni, dell’artigianato pugliese e nazionale.

Nel 1951 ha partecipato, accanto ai fondatori, all’attività dell’Associazione cristiana artigiani d’Italia (Acai), trasformata, poi, in Unione sindacale provinciale artigiani salentini (Uspas) – Confartigianato, sviluppando un’intensa attività sindacale tanto da essere eletto presidente del Gruppo accademico acconciatori salentini.
Nel 1960 è stato nominato vicepresidente di Confartigianato, associazione a quel tempo guidata dall’onorevole Giacinto Urso. Ne è diventato, poi, il presidente quando Urso è stato eletto presidente della Provincia di Lecce. Ha fatto parte anche della Giunta nazionale di Confartigianato.
E’ stato, sin dal 1965, presidente della Cassa mutua artigiani della provincia di Lecce. In seguito è stato componente della Giunta della Camera di Commercio di Lecce e presidente della Mostra permanente per l’artigianato. Nel 1995 ha ricevuto il premio di Alfiere dell’artigianato da parte della Confartigianato di Imperia. Nel 1998 è stato eletto vicepresidente nazionale dell’Associazione nazionale artigiani pensionati (Anap).
Impegnato politicamente nella Democrazia cristiana, è stato eletto consigliere comunale della Città di Lecce per cinque consiliature e, in quattro, ha ricoperto la carica di assessore all’Annona, alla Polizia urbana e Polizia amministrativa. Tante passioni, dunque, ma un unico grande amore: la Cooperativa di garanzia «L’Artigiana» che ha guidato ininterrottamente dal 1968.
Il presidente onorario onorevole Giacinto Urso, il presidente Corrado Brigante, il segretario Mario Vadrucci, il direttore Amedeo Giuri, la Giunta esecutiva, il consiglio provinciale di Confartigianato Imprese Lecce, commossi si uniscono alla famiglia per la scomparsa del compianto presidente.
I funerali avranno luogo domani, venerdì 8 aprile, alle ore 16, a Lecce, nella parrocchia di San Francesco d’Assisi, in via Ottavio Scalfo (nei pressi di piazza del Palio, alle spalle dell’hotel Cristal).

Il sindaco di Lecce ricorda il presidente della cooperativa L’Artigiana: è  stato un punto di riferimento per migliaia di artigiani: “La scomparsa del cavaliere Pozzi mi addolora molto.
Il presidente della cooperativa L’Artigiana era un uomo affabile  con il quale era sempre un piacere discorrere per le sue grandi qualità umane e l’enorme esperienza, messa sempre al servizio degli altri.
La sua è una perdita gravissima anche per l’intero sistema produttivo della nostra terra. Pozzi ha rappresentato per decenni  un punto di riferimento per migliaia di artigiani che ogni giorno, attraverso il sacrifico del loro lavoro, contribuiscono alla crescita della nostra comunità. Il mio pensiero in questo momento va alla signora Maria, ai suoi cari e a quanti hanno condiviso con lui un percorso politico-professionale ricco di soddisfazioni”.

 

Esprimo sentimenti di profondo cordoglio – dice l’on. Ugo Lisi – per la scomparsa dell’amico Raffaele Pozzi, Presidente de “L’Artigiana”.
La vita dell’artigianato salentino, così apprezzato nella nostra società, non sarebbe stata la stessa se non avesse avuto come suo fulcro Raffaele Pozzi, uomo lungimirante, in grado di far comprendere a tutto il settore che la modernità non avrebbe potuto fare a meno di esso, che c’erano forme e modi per rilanciarlo e c’era, soprattutto, la maestria dei suoi protagonisti che l’avrebbe rilanciato.
Non potrò mai dimenticare, inoltre, da persona impegnata nel sociale qual’era, il contributo che seppe dare all’istituzione della Festa Nazionale dei Nonni, per la buona riuscita della quale, si è impegnato come sostenitore e organizzatore, dando esempio di passione e vitalità che ci mancheranno e che non potremo mai dimenticare.
Ai suoi familiari giungano le mie più sentite condoglianze.