Venerdì 22 aprile (ore 22.30 – ingresso gratuito) al Coffeeandcigarettes di Leccearrivano i francesi Les Troublamours. Dal  1996 il gruppo gioca con la sperimentazione. La loro musica è frutto di  una ricerca che coinvolge la musica francese del dopoguerra da Edith  Piaf a Leo Ferrè, da Jacques Brel a Georges Brassens,

passando per Marc  Perrone, Pascal Comelade, Nino Rota, Federico Fellini, per la tarantella  e la pizzica, per i Pirenei francesi e la Sicilia, per la musica  balcanica e quella yiddish, scorrazzando per tutto il Sud Italia. Les  Troublamours è il risultato di una serie strana di commistioni. Un modo strano di prendere qualcosa da tutti i posti in cui si è  stati, mettere  tutto insieme e farne un proprio modo d’essere, un proprio stile  personale. “Hibou du monde” (Gufo del mondo) è il quarto cd del gruppo  francese pubblicato dall’etichetta salentina Anima Mundi dopo “Tarantella Gitano Guinguette” (2003), “Air Tadgjiguin” (2005) e “Ama  l’acqua” (2007). Ben 19 brani arrangiati in stile Les Troublamours: i  Balcani incontrano le percussioni del sud Italia, nei ritmi di  tarantelle, pizziche e tammuriate dall’emozione accesa, che a loro volta  si intrecciano con caldi tappeti ritmici di matrice africana, ai quali  si aggiunge il canto, che si fa affermazione di una gioia selvaggia ed  espressione di un blues gitano.
I concerti sono anche in diretta streaming su www.coffeeandcigarettes.info

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × 4 =