A poche ore dalla chiusura dei seggi elettorali, si attendono i risultati delle elezioni amministrative per i 21 comuni della provincia di Lecce, 3 della provincia di Brindisi e i 12 per Taranto. Grande attesa soprattutto per i due grossi centri della provincia di Lecce, Trepuzzi e Nardò. Per i 7 comuni superiori ai 15mila abitanti e che potrebbero andare al ballottaggio si prospettano appassionanti testa a testa. Notevole calo di affluenza alle urne per la provincia di Lecce

Quasi il 6 per cento degli aventi diritto non si è recato a votare per questa tornata in provincia di Lecce, mentre per Brindisi il calo si attesta sui 2 punti percentuali. Per i comuni con più di 15mila abitanti Cavallino, Taurisano, Taviano, Trepuzzi , Ugento, Lizzanello e Nardò, le proiezioni ufficiose hanno già dato il nome dei vincitori e, in attesa dei dati ufficiali, diamo uno sguardo sui centri più rilevanti della provincia di Lecce. Per Trepuzzi la sfida riguarda la pidiellina Simona Manca con la lista “Uniti per Trepuzzi” contro il candidato di centrosinistra Oronzo Valzano di “Solidarietà Lavoro e Democrazia”. Resta fuori dai giochi Vito Leone presentatosi con la lista “Fronte comune” dei Moderati e popolari rappresentati in Regione dal consigliere Antonio Buccoliero.
A Nardò, per i quattro candidati sindaco, la sfida si fa sempre più appassionante così com’ è stato per la campagna elettorale e i giochi di alleanze. Marcello Risi con Sel, Io Sud, Udc e due liste civiche e Giancarlo De Pascalis con il Pd e quattro liste civiche danno del filo da torcere ad Antonella Bruno candidata Pdl e appoggiata da “La Puglia prima di tutto” e “Nuovocorso per Nardò”. Sorprendente il risultato del Movimento 5 stelle con Alfredo Ronzino sindaco che ha superato il 10per cento dei consensi. A Cavallino si corre in due dopo l’annullamento delle candidature di Francesco Stanca e Carla Rugge. Uno sguardo ai dati sulle candidature femminili: 12 comuni del basso Salento hanno un candidato donna allo scranno più alto. Alessano con Francesca Torselli, Alliste con Manuela Coi, Cannole con Adriana B. Petrachi, Caprarica con Maria F. Vantaggiato, Castrignano del Capo con Annamaria Rosafio, a Collepasso Maria Rosa Grasso. A Diso Antonella Carrozzo, a Nardò Antonella Bruno, Milena Gnoni per Nociglia, Maria Luisa Cucinelli per Patù e Anna Peluso per Porto Cesareo. Grande attesa anche per la prevalenza degli schieramenti che, pur non avendo orientamento nazionale, danno l’idea del clima complessivo tra i votanti, soprattutto in vista del risultato ancora provvisorio di Milano che vede il centrosinistra in vantaggio nella roccaforte del Pdl.

Risultati, comune per comune, nelle prossime ore al completamento degli spogli

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

nove − otto =