Una ampia chiazza di acqua sporca e putrida, proveniente dai depuratori di Ciccio Prete, ha invaso il mare di San Cataldo. Lo comunica in una nota il Sindaco di Vernole, Mario Mangione, che ha chiesto l’intervento della capitaneria di Porto, della Polizia Municipale e dell’ARPA.

La Capitaneria e la Polizia Municipale hanno provveduto alla rilevazione fotografica della enorme chiazza inquinante ed hanno redatto un verbale riferendo anche dei miasmi che hanno invaso  l’area limitrofa alla idrovora e la superficie del mare.
Il responsabile provinciale dell’ARPA , alla quale il Sindaco aveva chiesto sia formalmente che per le vie brevi che venisse effettuato dall’organo regionale preposto un prelievo per il campionamento e l’analisi delle acque necessari per valutare la portata dello sversamento a fini igienico sanitari e per la prevenzione e la tutela della igiene pubblica, ha dichiarato al Sindaco di non essere in grado di intervenire per carenza di personale.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

2 × uno =