La grande musica protagonista al Museo provinciale “Sigismondo Castromediano” a Lecce. Domani, martedì 10 maggio, alle ore 20.30, nella Pinacoteca, si terrà la presentazione del nuovo cd di Andrea Padova “Arancio Limone Mandarino” (Casa discografica Stradivarius), con Andrea Padova al pianoforte e interventi di Pierpaolo Tarsi e Oscar Cacciatore.

L’iniziativa è dell’assessorato alla Cultura della Provincia di Lecce, guidato da Simona Manca.

Andrea Padova è appena rientrato da una tournée negli Stati Uniti, dove ha suonato al “Blue Whale” di Los Angeles e al prestigioso “Yoshi’s” di San Francisco, come parte del Tour di “Arancio Limone Mandarino”. Immediatamente invitato di nuovo per la prossima stagione, è stato definito da un magazine statunitense “…un autentico genio musicale” (“…He is a true musical genius… radical, gutsy and refreshingly original music… He can express 42 different emotions with the way he attacks and sustains a single note” GanzoMagazine ).

Il cd che viene presentato domani è il suo terzo in veste di pianista-compositore, dopo “Landscape in motion” e soprattutto “Notes posted on the refrigerator”, l’album che lo ha consacrato, come scrive la rivista Amadeus, come “uno degli esponenti più ispirati della recente musica di confine tra suoni classici e sonorità più popolari”. Tredici brani per pianoforte solo con qualche pennellata di elettronica, in equilibrio fra la grande tradizione pianistica classica e le istanze del XXI secolo. E se il linguaggio musicale sintetizza in sé musica classica, jazz, rock e pop, “la voce di Andrea Padova è decisamente sua: piacevolmente intrigante” (San Francisco Examiner).

Il cd è un intimo omaggio di Padova al luogo dov’è nato e dove tutt’ora vive, Lecce e il Salento. Atmosfere, colori e profumi della terra salentina in una sorta di “concpt-album mediterraneo”, nel quale i titoli di molti brani rimandano ai versi del poeta Vittorio Bodini.

Andrea Padova si è imposto all’attenzione internazionale con la sua vittoria allo “J.S.Bach International Piano Competition” nel 1995. Il “Washington Post” ha scritto di lui: “Andrea Padova trasforma il suono in poesia. Il suo virtuosismo, dispiegato con sensibilità, risuona ad ogni battuta”.

Con il cd “Landscape in Motion” (Stradivarius) Andrea Padova nel 2006 si presenta per la prima volta nella duplice veste di compositore ed interprete, proponendo brani per pianoforte solo, “in un linguaggio magicamente sospeso fra il rigore della musica classica, l’energia del jazz e la spontaneità della musica d’oggi” (Premio “ Le Veneri” 2006). Il cd ha ottenuto immediatamente un notevole successo di critica e il New York Times ha entusiasticamente recensito il suo nuovo stile compositivo. Nel 2008 ha suonato come solista al Teatro alla Scala e ricevuto il Premio Insound indetto dall’omonima rivista, come “miglior pianista italiano 2008”.

Nel 2010, alternando brevi brani di Bach a propri pezzi originali, ha ideato ed eseguito il ciclo “Preludi & Interludi”, per il quale l’Examiner ha scritto: “Padova’s inventive voice is decidedly his own. Pleasently intriguing”.

Nel febbraio 2011 è stato presentato a Londra “Arancio Limone Mandarino, il cui tour proseguirà a San Francisco, Los Angeles, Madrid, Barcellona, Washington, Tokio, Tokorozawa, Milano, Torino…