Armati fino ai denti per assaltare un furgone blindato della Sveviapol. La rapina è stata messa a segno stamattina, intorno alle 7.30,  davanti all’Ufficio Postale di via Trento a San Giorgio Jonico, in provincia di Taranto, mentre era in corso la consegna di denaro per il pagamento delle pensioni. Aggredite tre guardie giurate: due sono della provincia di Lecce, l’altra brindisina.

I malviventi, cinque, con il volto coperto da passamontagna e armati di fucile e pistole, hanno aggredito la guarda giurata, di 40 anni, dipendente dell’Istituto di Vigilanza Sveviapol, che era appena scesa dal blindato con il malloppo. Il commando, appostato dentro un’abitazione in ristrutturazione di fronte alla sede delle Poste, è entrato in azione nel momento in cui il denaro veniva portato nel piccolo tragitto dal furgone alla porta di servizio dell’Ufficio. Ogni dettaglio è stato studiato a tavolino, anche la presenza di Fiat Punto parcheggiata di fronte alla rampa di accesso per i disabili, che ha costretto il furgone, con a bordo una guardia giurata di Lizzanello, di Gallipoli e di San Donaci, a parcheggiare in strada.

La vettura, dai successivi accertamenti, è risultata rubata qualche giorno fa a Sava, e sarebbe stata posizionata li’, secondo gli inquirenti, per disturbare e rallentare le operazioni di consegna.

I rapinatori, armati fino ai denti, hanno così costretto la guardia giurata a stendersi per terra. Poi, le hanno sottratto la pistola d’ordinanza ed il bussolotto, al cui interno c’erano 100mila euro, coperti da assicurazione. Non domi, i banditi hanno anche cercato di aprire il blindato, minacciando il conducente di aprire le portiere. La guardia giurata, un 50enne, però, ha avuto la freddezza di premere il piede sull’acceleratore. Imboccata una traversa, si è imbattuto in una ford Focus, a bordo della quale c’era un altro rapinatore, col volto travisato. Nel frattempo, il terzo vigilante, che si trovava già all’interno dell’ufficio postale, ha dato l’allarme al 112.

I complici, bottino in pugno, hanno raggiunto la Focus. Al gran completo, il commando, composto in totale da sei individui, si è poi dileguato.

Fortunatamente, non ci sono stati feriti, ne’ esplosioni d’arma da fuoco. Le indagini vengono condotte dai carabinieri della Compagnia di Martina Franca e della stazione di San Giorgio Jonico, che hanno attivato numerosi posti di blocco nella zona.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quindici − 13 =