{youtube width=”400″ height=”300″}ZcJQrXr5dyg{/youtube}

Giovanni Paolo II è beato!
Domenica scorsa in piazza San Pietro, Papa Benedetto XVI ha beatificato Karol Wojtyla tra la gioia e l’entusiasmo dei fedeli che già lo desiderano santo.
Oltre un milione e mezzo di pellegrini sono giunti a  Roma riempiendo le vie e le piazze intorno al Vaticano già nei giorni precedenti, a partire dalla Veglia al Circo Massimo, svoltasi sabato sera.

Domenica, dalle 4 del mattino le metropolitane erano già in funzione per trasportare le persone a San Pietro. Molti coloro che hanno dormito nei sacchi a pelo. Alle ore 9.00 non c’era più posto in Piazza San Pietro e via della Conciliazione andava già riempiendosi
Numerosi i maxi-schermi dislocati nei punti strategici della città per permettere a tutti di seguire la Santa Messa.
Benedetto XVI ha quindi dichiarato beato Giovanni Paolo II. Una reliquia del beato, un’ampolla del suo sangue, è stata portata all’altare dalla suora francese la cui guarigione dal Parkinson ha fatto sancire la beatificazione, insieme a suor Tobiana, per 27 anni al servizio del Pontefice polacco. Giovanni Paolo II sarà festeggiato il 22 ottobre di ogni anno nella Chiesa di Roma e in quella di Polonia. Alla proclamazione da parte di Benedetto XVI, alla scopertura dell’arazzo col ritratto di Wojtyla sulla facciata di San Pietro grandi scene di giubilo e commozione tra i fedeli, sventolio di bandiere, applausi, lacrime, e ancora il grido «santo subito».
Durante l’omelia, Benedetto XVI ha ricordato i momenti più salienti del pontificato di Karol Wojtyla, sottolineando la sua testimonianza di fede, di amore e di coraggio apostolico, accompagnata da una grande carica umana. E poi il ricordo a quelle sue memorabili parole: “Non abbiate paura, aprite, anzi spalancate le porte a Cristo”.
Benedetto XVI ha poi reso grazie a Dio per la sua personale esperienza a contatto con Giovanni Paolo II con il quale ha collaborato, quando fu chiamato da lui a Roma come Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × due =