“Che ci sia stata una pessima gestione dei Consorzi di Bonifica è cosa, ormai, evidente, ma che gravi responsabilità politiche debbano ricadere esclusivamente sugli agricoltori mi pare assurdo, oltre che ingiusto”.

È quanto dichiara il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero.
“Clientelismo, malgoverno e sperpero – prosegue Buccoliero – sono i tre grandi mali che hanno attanagliato i Consorzi, danneggiando gli stessi agricoltori, che hanno spesso usufruito di servizi carenti o, addirittura, assenti. È da oltre venti anni che ci si barcamena tra le difficoltà dei Consorzi – carrozzoni, rimpallandosi le responsabilità a tutto danno di un settore, quello agricolo, che è tra i più importati per l’economia pugliese.
A questo punto – conclude Buccoliero – urge non solo una radicale riforma dei Consorzi, che abbia tra i punti salienti il diretto coinvolgimento degli agricoltori, ma anche un’attenta e responsabile discussione sui debiti pregressi, con l’impegno di non far ricadere sugli agricoltori le colpe della cattiva gestione di Consorzi – carrozzone, che alle spalle hanno spesso avuto commissari costosi e di nomina politica”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × 4 =