Ladri in azione nel Salento, tre i colpi andati a segno nella notte. Il colpo più importante è stato realizzato a Corigliano D’Otranto, in Via Vecchia Soleto. Un quantitativo imprecisato di cavi in rame di collegamento per pompe di sollevamento, del valore di circa 50 mila euro è il bottino che i ladri

sono riusciti a portare via dall’interno dell’impianto di erogazione dell’acqua potabile dell’area gestionale dell’Acquedotto  Pugliese di Lecce. Arraffato il bottino, i ladri si sono dileguati. Le indagini sono state avviate dai carabinieri.

“Il furto – rende noto Acquedotto Pugliese in una nota – sta determinando lo svuotamento progressivo del serbatoio e quindi della rete a valle”. Al momento e’ sospesa la regolare erogazione idrica nei Comuni di: Maglie, Cutrofiano, Coriglliano d’Otranto, Galatina (con le frazioni di Collemeto, Santa Barbara e Noha), Castro, Diso, Ortelle, Soleto, Scorrano, Castrignano dei Greci, Cursi, Martano, Bagnolo, Palmariggi, Uggiano la Chiesa, la zona dell’Area di Sviluppo Industriale di Maglie, Giuggianello, Sanarica, Muro Leccese, Nociglia, San Cassiano e Botrugno. ”I lavori di riparazione – prosegue la nota di Aqp – sono stati subito avviati e procederanno ininterrottamente fino al completo ripristino delle opere danneggiate e della funzionalita’ del servizio. Al momento, comunque non e’ possibile prevedere la durata dell’intervento. Acquedotto Pugliese e’ impegnato a garantire un minimo di flusso verso tutti gli abitati interessati”. Infatti ”l’intervento immediato dei tecnici ha consentito di ristabilire la minima funzionalita’ (25% ndr) dell’impianto di pompaggio a servizio del serbatoio di Corigliano d’Otranto. Al momento quindi, Acquedotto Pugliese garantisce un minimo di flusso dell’erogazione ai Comuni a valle della rete”.

Il secondo furto è avvenuto sulla Lecce-Galatina, dove nel mirino dei malviventi è finito l’impianto fotovoltaico in contrada “Torre Pinta”. I ladri hanno portato via bobine di rame  e attrezzature varie, per un valore che dovrebbe oscillare sui 30mila euro. Il furto è stato messo a segno la notte scorsa.

L’iltimo colpo è stato messo a segno a Nardò, dove è sparito un furgone Daily di proprietà dell’Enel.
Negli ultimi due casi indagano gli agenti della polizia allo scopo di risalire agli autori dei furti.

 

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

13 + quattro =