“Non era facile centrare la salvezza, ogni risultato positivo è una gioia. Il mio nome abbinato a qualche squadra, una grande? E’ un sogno. Purtroppo la realtà è diversa per il momento. Contatti? Si’ ma discorsi informali, non c’e’ nulla di concreto, mi piace parlare quando le cose sono definite”.

Cosi’ Gigi De Canio a Sky Sport 24, sul suo futuro e il finale di stagione del Lecce. “Le dichiarazioni della famiglia Semeraro? Il motivo per cui sono andato via. Lo capivo e lo sapevo. Erano due anni che sentivo il presidente lamentarsi di questa situazione, dei tanti impegni finanziari a cui doveva far fronte. Soprattutto che non volesse far fronte, per questo sono andato via, non perche’ avessi altri contratti. L’autogestione del club? Nessuno si deve meravigliare se dico che l’anno prossimo puo’ essere migliore di questo. L’anno scorso abbiamo fatto quasi autogestione. Le prospettive future se non interviene qualcuno anche nei prossimi anni non credo possano essere rosee. Il mio futuro? Spero – ha concluso – di tornare ad allenare, mi piacere stare sul campo”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 − quattro =