Salvezza raggiunta con un turno d’anticipo e in casa del Bari: Gigi De Canio non puo’ che gioire per il doppio traguardo. “Meglio di cosi’..- sorride il tecnico del Lecce – Non potevamo pensare un finale piu’ bello e soddisfacente di questo. E’ stata una bella salvezza, un bel risultato venuto attraverso il gioco.

Abbiamo sempre mantenuto i nervi saldi anche quando sembrava che tutto non andasse per il verso giusto. La concomitanza della sconfitta della Sampdoria ci ha permesso di salvarci, sinceramente che fosse difficile centrare l’obiettivo chi allena il Lecce o squadre simili lo mette sempre in preventivo. Ma la fiducia nel proprio lavoro aiuta sempre a credere. Abbiamo fatto tutti un ottimo lavoro”. Il Lecce si e’ conquistato la salvezza nel girone di ritorno facendo 16 punti in piu’ della Sampdoria. Una curiosita’: pur essendo la peggior difesa del campionato (63 gol subiti) i salentini hanno ottenuto la permanenza in serie A. “In tutti i miei campionati – spiega De Canio a Sky Sport – le mie squadre hanno subito parecchi gol perche’ la mia filosofia e’ sempre stata questa. E’ successo a Reggio Calabria, a Siena, e’ una cosa che mi piace e allenare mi diverte”. Secondo De Canio il fatto che il Palermo, nonostante non avesse piu’ obiettivi da centrare, abbia fatto di tutto per vincere a Genova “e’ una bellissima pagina fatta registrare” dai rosanero. Nonostante le dichiarazioni del suo presidente, il Palermo – aggiunge il tecnico giallorosso – ha dimostrato grande sportivita’ andandosi a giocare la sua partita e condannando alla retrocessione una societa’ grande e gloriosa”. Unica nota stonata l’infortunio di Olivera: “Dovrebbe essere una distorsione al ginocchio che speriamo non sia di grave entita’. Ruben – conclude – ha fatto un’annata strepitosa, il primo campionato da titolare e ha risposto in maniera egregia. Meriterebbe palcoscenici importanti”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 − quindici =