Domenica 22 per tutta la giornata, si terrà l’iniziativa “Le verdi stanze”, evento che precede l’ormai famoso “Cortili aperti” che verrà presentato la prossima settimana e che propone una visita guidata in alcuni giardini mai aperti al pubblico.

“Le verdi stanze”, voluto dalla paesaggista Elvira Addonizio e organizzato dalla cooperativa FLuxus e dall’agenzia viaggi Freeplan con il patrocinio dei comui di Lecce, Poggiardo e Tricase, quest’anno è incentrato sul tema dell’esotico nei giardini del Salento tra 800 e 900.
Il programma propone una visita guidata nel mattino tra le 09.00 e le 13.00 a Villa Carrelli a Lecce e nel pomeriggio tra le 16.00 e le 18.00 a Castello Winspeare a Depressa (frazione di Tricase) e a Villa Episcopo a Poggiardo.

Tutti e tre i luoghi infatti, sono dei giardini nei quali alberi e piante sono stati trapiantati da altri luoghi, creando così delle profonde differenze tra la vegetazione oltre e dentro le mura. In particolare Villa Carrelli, che per molto leccesi è conosciuta anche come “Villa Reale”, dal nome della famiglia proprietaria, è un pezzetto di Toscana trapiantato nel Salento. Questo giardino inoltre è molto raro perché possiede ancora l’assetto iniziale con cui era stato costruito e non ha subito negli anni, variazioni o distruzioni dovute all’incuria come invece è accaduto per molti altri giardini italiani.

“Le verdi stanze” è inserito nel programma di Lecce Capitale dei Week-end, che come ricordiamo ha proposto nei finesettimana degli ultimi mesi, numerose iniziative per destagionalizzare il turismo, assieme a particolari sconti e promozioni della compagnia aerea Ryanair, con cui era stato agli inizi di marzo siglato un accordo.
“E’ un successo,” ha confermato l’assessore al turismo Massimo Alfarano, “I dati ci confermano che questa iniziativa è andata alla grande. E se siamo riusciti a riempire 12 week-end lo dobbiamo anche alla associazioni che hanno partecipato e che ringrazio.”

Un largo merito va anche al presidente della IV Circoscrizione quartiere Rudiae-Ferrovia, Carmelo Isola, da sempre pronto ad iniziative di questo genere e che ospita il punto d’incontro per poi muoversi alle visite guidate presso l’ex Cappella Balsamo.

“Uno degli obiettivi che mi sono sempre posto, era proprio quello di puntare sulla cultura. E sono contento che il quartiere possa essere coinvolto da queste iniziative, per una riqualificazione non solo fisica ma anche culturale.”

Per informazioni per pronotarsi alle visite guidate e sui costi, è disponibile il sito www.leverdistanze.wordpress.com

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 + otto =