“L’avvocato Domenico Guadalupi  espleta attività professionale per conto del Comune di Lecce da circa un anno.” Questa è la dura replica dell’assessore  al Contenzioso Fiorino Greco, dopo gli attacchi dell’opposizione  sulla vicenda degli emolumenti percepiti dall’avvocato Guadalupi per il caso-filobus.

“ In questo lasso di tempo è stato impegnato a difendere gli interessi dell’Amministrazione Comunale per la vicenda-Filobus.
Possiamo ben dire che il bilancio professionale è assolutamente positivo. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: è stato bloccato un decreto ingiuntivo di 7 milioni di euro, è stata avviata un’azione di risarcimento danni nei confronti dell’ATI  di 6 milioni e l’avvio del sistema della filovia verrà rispettato secondo i termini  già fissati. 
Secondo la tariffazione minima prevista dalla legge – continua –  gli emolumenti percepiti dall’avvocato Guadalupi dovrebbero aggirarsi sui 150mila euro. Ma la specifica presentata dal legale è invece ben al di sotto dei minimi tariffari e peraltro l’Amministrazione Comunale deve ancora provvedere a corrispondere al professionista gli emolumenti dovuti.
Come è evidente, dunque, siamo alle solite. Da una parte abbiamo un’Amministrazione che da tempo batte la strada del risanamento e del risparmio economico, dall’altra un’opposizione che sul filobus attacca a testa bassa mettendosi di traverso al Comune e quindi ai cittadini, cercando di indebolire come al solito l’Amministrazione nella lunga e complicata trattativa con le imprese che hanno realizzato il filobus.  Insomma, siamo alle prese con dei veri e propri sabotatori politici”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 + tre =