Erano presenti tutte le istituzioni questa mattina a Palazzo Carafa. Comune, Regione e Provincia per presentare un importantissimo progetto per lo sviluppo culturale locale, che prevede una partnership d’eccezione nella figura della Musagetes Foundation.

La fondazione, che nasce in Canada grazie alla figura di Shawn Van Sluys ed è legata a BlackBerry, ha come scopo lo sviluppo di progetti orientati a rafforzare la collaborazione tra gli attori culturali e a sviluppare un maggiore interesse del pubblico verso le pratiche artistiche, legate ad un filo comune di riflessione sulle tematiche sociali.

 

Nella sostanza la Musagetes Foundation sceglie un territorio ricco di cultura ma che presenta tematiche sociali difficoltose e mettendo a disposizione finanziamenti e progetti, mira allo sviluppo artistico e culturale.
La fondazione lavora in tutto il mondo ed è quindi da sottolineare l’importanza della scelta dell’organizzazione verso la città di Lecce.
“Si tratta di un grande privilegio,” ha sottolineato il Primo Cittadino Paolo Perrone, nella conferenza di questa mattina. “Il coinvolgimento di Musagetes ci ha confortato, confermando le potenzialità della nostra città.”

Sono stati quindi firmati dei protocolli di intesa tra la fondazione, la Loop House – che è l’organizzazione locale che fa riferimento a Musagetes –, il Comune e la Provincia di Lecce e la Regione Puglia nella figura dell’assessore regionale alla cultura Silvia Godelli. Tali protocolli prevedono l’accentramento del lavoro di Musagetes a Lecce per la durata di tre anni dal 2011 al 2013 con l’utilizzo di della proprietà comunale “Scipione Ammirato” che diventerà una Culture House come snodo delle attività del gruppo.

Musagetes, che investirà la somma di 500.000 euro per la città, ha già pronto un nutrito programma per cominciare i lavori; in particolare in una prima fase, intende collaborare ad alcuni progetti già previsti in Salento e nel contempo invitare alcune figure come artisti, sociologi, filosofi e antropologi stranieri per una ricerca sulla realtà sociale locale per comprendere meglio il contesto e dove intervenire.

Questa prima fase di ricerca culminerà nel dicembre 2012 con un Caffè in cui si procederà poi ad un programma vero e proprio. Nel frattempo Musagetes parteciperà all’Italia Wave Love Festival, dal 14 al 17 luglio, nel quale si riuniranno artisti, architetti, designer, performer, compagnie di teatro e danza, ecc per realizzare uno Spazio Sociale Autosufficiente. Nello stesso ambito, dal 7 al 17 luglio si terrà un workshop di architettura partecipata la cui partecipazione gratuita potrà essere fatta tramite un bando di selezione che verrà pubblicato a fine maggio.

Da ricordare anche Sound Res, un programma di residenza, festival e scuola intensiva di musica e arte contemporanea al tempo stesso. Giunto all’ottava edizione, si terrà tra luglio e agosto e prevede la presenza di artisti di fama internazionale tra cui il chitarrista dei Sonic Youth, Lee Ranaldo con la moglie Leah Singer, la compositrice londinese Emily Hall e molti altri.

A settembre, dal 21 al 24, ci sarà ArtLab, un progetto della fondazione Fitzcarraldo di Torino e prevede un incontro tra artisti, operatori e manager culturali pubblici e privati, istituzioni, mondo economico, organizzazioni del terzo settore, ecc, dal titolo “Cultura, cittadinanza e sviluppo locale”.
“Abbiamo la possibilità di avere interlocutori di alta valenza e non è una cosa di tutti i giorni,” ha concluso il presidente della Provincia Antonio Gabellone. “E’ l’occasione perfetta perché anche le organizzazioni locali inizino a muoversi, per sedersi ad un tavolo e gettare il seme per altre nuove iniziative che germoglieranno nei prossimi mesi.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.