“Non è mia intenzione alimentare polemiche sterili, utili solo a chi cerca di conquistare un po’ di visibilità strumentalizzando anche simili argomenti.” sono le parole di Paolo Foresio in merito alla mancata approvazione del “regolamento comunale per le espressioni artistiche in strada”.
“Giudico innanzitutto positivo il fatto che si stia parlando e discutendo di questo regolamento che ha un’indubbia rilevanza per il tessuto sociale della nostra città dal momento che vede il coinvolgimento,oltre che dei residenti,anche dei commercianti,degli artisti stessi  nonché dei turisti tutti che frequentano il centro di Lecce. Il confronto delle diverse posizioni è emerso già lo scorso venerdì nel corso del consiglio comunale,durante il quale anche diversi consiglieri di maggioranza non erano d’accordo con questo regolamento sicuramente troppo restrittivo.
Partendo dal presupposto che è condizione imprescindibile quella di garantire la serenità dei residenti senza intaccarne il diritto al riposo,credo che sia doveroso compiere tutti gli sforzi necessari al fine di andare incontro anche a quelle che sono le esigenze di una città che ormai fa del turismo una delle più importanti leve di sviluppo.
Lecce città turistica è anche questo: colore,spettacolo,arte.
Proporremo pertanto come centro sinistra,domani (Giovedi 11 ore 12) in commissione cultura l’utilizzo di piccoli amplificatori funzionali all’esibizione dell’artista in prossimità delle piazze ed in tutte quelle zone dove non si arrechi alcun disturbo,garantendo i cittadini, dei cui diritti ci facciamo carico e che non hanno certo bisogno di paladini o pseudo tali della loro tranquillità.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.