Dal 7 al 10 Maggio 2011 si è svolto in Firenze “Il Festival dell’Europa”, ideato e coordinato dall’Istituto Universitario Europeo.
L’evento ha visto coinvolti in prima linea le maggiori Istituzioni locali, quali: Regione, Provincia, Comune, Direzione Scolastica regionale, Università di Firenze

e Camera di Commercio. Il “cuore” dell’iniziativa è stato costituito dall’organizzazione di una “Conferenza sullo Stato dell’Unione Europea”, nella quale si è discusso ai massimi livelli del progresso fatto sul cammino dell’integrazione dopo il Trattato di Lisbona.
In tale cornice si è svolto anche il lancio italiano del nuovo programma Gioventù in movimento una delle sette iniziative faro della Commissione Europea nell’ambito della strategia Europa 2020. L’incontro promosso tra l’altro da Eurodesk Italy ha incentrato la riflessione sulle caratteristiche più rilevanti che dovrebbero avere i programmi europei di educazione non-formale dei giovani nel periodo che va dal 2014 al 2020, nonché sul ruolo che i giovani cittadini devono rappresentare per la costruzione dell’Europa. 
A tale incontro  è stato chiamato a relazionare l’assessore alle Politiche Giovanili, Partecipazione e Sport del nostro Comune, avv. Carmine De Paolis che ha presentato i risultati del progetto PartecipAttivamente svoltosi nel mese di ottobre 2010 a Galatina. La partecipazione, difatti, è una delle leve sulle quali maggiore è l’attenzione da parte del Ministro della Gioventù e dell’Agenzia Nazionale per i Giovani. Proprio per questo il progetto PartecipAttivamente è stato selezionato come best practice a livello nazionale. 
Il riconoscimento ottenuto a Firenze nell’ambito del Festival d’Europa è riprova che il percorso intrapreso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili trova, anche a livello nazionale, risposte e consensi positivi e perciò motivo a continuare, migliorandosi, nel percorso intrapreso.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sette − 1 =