Sarebbe stato costruito in difformità alla D.I.A. Per questo motivo, nella mattinata, i carabinieri della stazione di Galatone, hanno sequestrato, in periferia, in una zona non sottoposta a vincolo paesaggistico, un vasto impianto fotovoltaico, esteso su un’area di quasi due ettari

(20.000 metri quadri) e capacità di poco meno di un megawatt: valore di circa 1.000.000 (un milione ) di euro. Come si diceva prima, l’ impianto sarebbe stato costruito in difformita’ alla d.i.a. depositata presso il locale comune: impianto a pannelli fissi, al posto di pannelli rotanti ad ancoraggio singolo.

Sono in corso indagini allo scopo di verificare le responsabilita’ dell’amministratore della ditta costruttrice dell’impianto, e del direttore dei lavori.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.