“La stagione turistica è ormai alle porte. Ci auguriamo che le continue sollecitazioni del gruppo Udc per attuare il progetto che eviterà lo sversamento in mare delle acque reflue degli impianti fognari di Gallipoli e del comprensorio di Casarano, possano trovare attuazione nell’incontro di venerdì 13 maggio tra l’assessore Amati ed i sindaci dei Comuni interessati”.

Lo ha detto il presidente del gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro.
“Lo splendido mare di Gallipoli non può ulteriormente sopportare altri danni ambientali – ha sottolineato il capogruppo Udc – Nei giorni scorsi il Consiglio regionale dei Lavori Pubblici ha dato il via libera a tre nuovi progetti, tutti nell’area barese. Ci auguriamo che a questi possa aggiungersi quello di fitodepurazione di Gallipoli che consentirà di sversare le acque reflue nelle cave dismesse e nei campi di spandimento esistenti”.
“Nella seduta del Consiglio regionale del 27 dicembre – ha ricordato Salvatore Negro – l’Udc aveva presentato un emendamento all’art. 24 del Bilancio regionale che prevedeva un fondo di 500mila euro finalizzato alla redazione del progetto esecutivo della fitodepurazione e del recapito finale delle acque reflue nelle cave dismesse ‘Mater Gratia’ e nei campi di spandimento esistenti nel comprensorio di Casarano. Un emendamento poi ritirato e trasformato in ordine del giorno dietro rassicurazione dell’assessore Amati che il progetto sarebbe stato realizzato in tempi brevi. L’auspicio è che lo stesso assessore Amati voglia dare seguito a quell’impegno evitando ulteriori danni all’economia di un territorio, quello di Gallipoli, una delle mete turistiche più ambite della stagione turistica salentina e pugliese, che a giorni aprirà gli ombrelloni dei suoi lidi per accogliere migliaia di turisti e che rappresenta uno dei biglietti da visita più belli della nostra Regione”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dieci − 10 =