In mattinata, è entrato nel vivo il progetto, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Gallipoli, proposto dall’Associazione sportiva dilettantistica Kayak Club Gallipoli per offrire la possibilità ai giovani diversamente abili di avvicinarsi alla pratica della canoa.

L’iniziativa, che oggi prende il via con la prima vera lezione, è realizzata grazie all’impegno dell’Associazione Noi nel Mondo, che ha fornito l’elenco dei giovani partecipanti, e al patrocinio dalla Lega Navale Italiana – sezione di Gallipoli.
I ragazzi sono accompagnati, nell’attività in mare, da canoisti esperti e seguiranno gratuitamente i programmi realizzati “ad hoc” secondo le esigenze espresse. L’intero progetto, che prevede due uscite settimanali con condizioni metereologiche favorevoli, viene condotto nel pieno rispetto delle misure di sicurezza.
Per agevolare e regolare lo svolgimento delle giornate di pratica, l’associazione Kayak Club Gallipoli ha deciso di farsi carico delle spese per il tesseramento UISP, della copertura assicurativa e provvederà, inoltre, alla fornitura di attrezzatura tecnica e kayak. L’unico dovere dei ragazzi sarà quello di munirsi di costume, T-shirt bianca e scarpette in neoprene.
“Lo sport – afferma Pina Cassino, Assessore alle Politiche Sociali di Gallipoli – è un tassello fondamentale per l’emancipazione delle persone diversamente abili. Nella sua essenza più pulita, riesce a completare quella quotidianità che permette di considerarci semplicemente e straordinariamente umani. Pertanto – continua – l’intraprendenza e l’impegno di questi gruppi attivi sul territorio sono una gioia e una risorsa che non possiamo che sostenere”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

undici + 7 =