Il Consorzio del Recupero Vetro Co.Re.Ve. ha designato questa mattina il comune di Lecce, del premio Blue Award, per essersi distinta nella raccolta differenziata del vetro mono-materiale.

Il tema della raccolta è ormai caro all’amministrazione comunale leccese, che da tempo ha programmato una lunga serie di iniziative e di campagne di sensibilizzazione per invitare sempre più cittadini alla differenziata.
Oggi, nell’aula consiliare di Palazzo Carafa, il premio Blue Award ha confermato le aspettative e l’impegno dell’amministrazione, che si è ritenuta estremamente soddisfatta di tale onorificenza.

 

Lecce è stata premiata assieme ad altri 6 centri urbani che “hanno fatto la differenza”, per usare un gioco di parole. Non solo per la scelta di utilizzare delle campane per la raccolta esclusiva del vetro, ma anche perché nel 2009 il servizio di raccolta ha raddoppiato la quantità di rifiuti rispetto all’anno precedente, arrivando quasi a 100mila chili di vetro.

Dati che poi sono stati confermati anche nel 2010 e che dimostrano quindi un’ottima partecipazione attiva da parte dei cittadini leccesi, che hanno accolto le iniziative positivamente.

“Abbiamo raggiunto due obiettivi per la città di Lecce, uno quantitativo e uno qualitativo”, riassume il direttore di Co.Re.Ve., Dante Benecchi. “Come sappiamo non ci serve una raccolta differenziata senza un cittadino attivo e i leccesi hanno dimostrato di esserlo in particolare.”

Presenti questa mattina anche gli alunni delle quarte elementari del Cesare Battisti, che hanno partecipato ad alcuni concorsi per le scuole indetti da Co.Re.Ve. e da anni seguono programmi di sensibilizzazione verso la raccolta differenziata.

“Confidiamo in questi ragazzi,” ha commentato il Sindaco Paolo Perrone che ha ricevuto il premio, “I bambini sono molto più sensibili a queste tematiche e sono loro che devono essere i poliziotti ambientali. Per avere una città migliore e degli adulti più educati.

CONDIVIDI