“Al mondiale ci vado con un caffè speciale, una miscela che io stesso ho selezionato in Honduras direttamente dalle fazenda, scelta tra 35 qualità diverse. Tra queste, la specie arabica varietà Maragogype, lavorata con un processo naturale, mi ha completamente conquistato”.

Con queste parole Francesco Sanapo, salentino di Specchia, responsabile Master del Caffè Corsini, e vincitore delle ultime due edizione del campionato italiano di baristi, si appresta a rappresentare l’Italia al Campionato mondiale del Caffè (WBC), che si terrà a Bogotà in Colombia dal 2 al 5 giugno.

Al campionato WBC, che l’Italia non ha mai vinto e a cui parteciperanno 52 nazioni in gara, Sanapo presenterà la sua miscela speciale al cospetto di una giuria di esperti del settore, provenienti da ogni parte del mondo.

Sanapo dovrà preparare 4 caffè espressi, 4 cappuccini e 4 bevande analcoliche a base di caffè in 15 minuti. I giudici del WBC valuteranno ogni prestazione secondo il gusto, la pulizia, la creatività, l’abilità tecnica e la presentazione del prodotto.

Il chicco di caffè scelto da Sanapo è il più grande del mondo, chiamato anche ‘chicco elefante’. “Il caffè che presenterò – ha spiegato Sanapo – avrà i sapori della prugna, dell’albicocca e miele con una leggera nota di scorza di arancia. Il retrogusto sarà di cioccolato. In questa nuova miscela, lavorata tutta al naturale, ho trovato quello che cercavo: un aroma dolce e al contempo corposo”.

“Sono stato in Honduras – ha spiegato il salentino – nella montagna dei fiori a 1480 metri di altezza, zona che vanta un meraviglioso clima. Sul punto più alto della montagna ho trovato la pianta di caffè da cui ho lavorato la miscela che porterò al campionato del mondo”.

Lo scorso marzo Sanapo si è aggiudicato, per la seconda volta, il Campionato Italiano Baristi Caffetteria al Terrieno, Ct di Carrara, sbaragliando i 250 concorrenti in gara e distanziando di circa 100 punti il secondo classificato: una distanza enorme, frutto del lungo lavoro di studio e di tanta esperienza maturata in anni di corsi di formazione ed approfondimento. La sua arma vincente è stata anche il supporto della Corsini Cafè e la fiducia del Dott. Patrick Hoffer, Presidente di Corsino Corsini S.p.A., che gli ha dato la possibilità di creare una miscela da competizione, nata nel laboratorio di qualità dell’azienda toscana. Sanapo e Corsini sono un binomio che lavora per ampliare la figura del barista e della caffetteria in un contesto innovativo e dinamico, sfruttando l’ampia conoscenza della torrefazione del settore ristorazione.

Sanapo, 31 anni, ha iniziato lavorando nella caffetteria di suo padre. È stato scelto come uomo immagine per il settore caffè della Fiera Sigep di Rimini 2012, manifestazione che punta sull’alta qualità, e che lo supporta al mondiale a Bogotà. Potete seguire la sua avventura sul blog http://francescosanapo.blogspot.com/ e sulla pagina ufficiale di facebook “Francesco Sanapo”.