Prima vera giornata di mare quella di oggi per i salentini, che hanno approfittato della calda domenica per inaugurare quella che ormai per tutti è “l’estate salentina anticipata”.

Spiagge non troppo affollate ma abbastanza piene da poter affermare che la stagione estiva nel Salento è già arrivata. Come ogni anno i primi caldi di maggio anticipano l’esodo nelle marine, soprattutto nei giorni festivi, ormai consuetudine che si ripete da diversi anni.
Peccato per la sporcizia imperante sulla battigia che ha creato non pochi problemi e che nonostante questo afflusso, non è stata ancora debellata.
Già verso la fine di aprile, qualche coraggioso aveva inaugurato con bagno e tintarella “l’estate salentina anticipata” e nessuno si era sorpreso di trovare le spiagge ancora ingombre dei relitti che le mareggiate invernali avevano riversato sulla sabbia. Ancora troppo presto in fondo, le festività pasquali in ritardo, un lungo periodo di maltempo.
Ma adesso che siamo ormai a metà maggio?
“Non è possibile che le spiagge siano ancora così sporche”, si lamenta una bagnante, sulle rive di Torre Chianca. “Lo sanno tutti ormai che già da maggio le persone vanno al mare. Eppure per poter venire in spiaggia dobbiamo saltare qua e là col rischio di calpestare qualcosa!”
Numerose le lamentele sentite tra le dune, questa mattina. A quanto pare è consuetudine anche che “l’estate salentina anticipata” inizi sempre allo stesso modo… tra la spazzatura.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × uno =